Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Piattaforma per l'accesso a documenti tecnico-scientifici per videolesi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 L’ingrandimento causa una riduzione dell’area di schermo visualizzata. Utilizzando mouse o controlli da tastiera, però, si può selezionare l’area da visualizzare. Esistono sistemi a schermo diviso, che si usano con un PC, in cui attraverso un sistema televisivo a circuito chiuso in metà schermo compare il testo stampato ingrandito e, nell’altra metà, compare il testo che si sta digitando. Questo aiuta l’ipovedente ad effettuare il suo lavoro di digitazione senza mai distogliere lo sguardo dal monitor. 3.1.3 introduzione alla sintesi vocale Ai primordi della sintesi vocale con elaboratore, anni settanta, i calcolatori erano in grado di leggere un testo scritto in diverse lingue ma non di sostenere una comunicazione uomo - macchina nella quale fosse possibile rivolgere verbalmente delle domande all’elaboratore, ottenendo risposte sensate e coerenti alle domande poste. L’ostacolo principale è costituito dal fatto che l'elaboratore è una macchina sintattica e non semantica. Cioè, un computer elabora informazioni secondo precise regole sintattiche, ma non è in grado di attribuire un significato ai simboli cioè non introduce un concetto semantico. Affinché un elaboratore sia in grado di sostenere una comunicazione con un uomo è necessario che sia in grado non solo di ricevere un segnale vocale ma anche di capirlo. Questo obiettivo è difficile da raggiungere soprattutto se si pensa alle molteplici sfumature che si possono dare ad una frase. Per consentire ad un elaboratore di parlare, storicamente sono state seguite due strade: - la creazione di un modello del parlato umano che tiene conto delle diverse attività cerebrali e muscolari che portano alla vocalizzazione e alla costruzione di frasi di senso compiuto, processo noto come sintesi articolatoria;

Anteprima della Tesi di Raffaele Di Vaio

Anteprima della tesi: Piattaforma per l'accesso a documenti tecnico-scientifici per videolesi, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Raffaele Di Vaio Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1674 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.