Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'art. 86 del Trattato Ce e la liberalizzazione dei servizi pubblici in Europa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

i primi studi della Commissione europea o di alcuni “precursori” 1 apparsi agli inizi degli anni 70 e decisamente in controtendenza rispetto agli orientamenti di altri osservatori dell’epoca 2 . La spinta verso una progressiva apertura dei monopoli nazionali alla concorrenza comunitaria rappresentava, dunque, una tappa obbligata nel processo di integrazione europeo. Il periodo transitorio, previsto dal Trattato, per il raggiungimento di alcuni obiettivi comuni era scaduto (il 31/12/1969) ed era giunto il tempo di verificare la possibilità di procedere verso integrazioni più spinte, come quella monetaria, politica o militare. L’attenzione di quegli anni si focalizzò, come mai era accaduto prima, sugli strumenti offerti dal Trattato per superare gli assetti monopolistici nei grandi settori di servizio pubblico, che avevano assunto un ruolo cardine nella politica economica di molti Paesi membri della CEE, con la conseguenza, forse non ricercata, di 1 Vedi la comunicazione (la prima all’interno della Commissione Europea) di Mattera Ricigliano, A. “Moyen d’action prévus par le Traité pour la liberalisation des achats des entreprises chargée d’un service public”, Commissione delle Comunità europee, Bruxelles, 1970, di cui si parlerà più avanti. Vedi anche Mattera Ricigliano, « I contratti semipubblici » in “La normativa C.E.E. in tema di contratti di forniture della pubblica amministrazione e delle imprese pubbliche”, Sedit, IV, 1973, pag.371-384 2 La Francia ad esempio per molto tempo rappresentò l’esponente più avverso ad ogni forma di intromissione della Commissione europea nei suoi affari interni. Illuminante in tal senso un articolo di Kovar, R. del 1996 intitolato “Droit communautaire et service public: esprit d’orthodoxie ou pensée laïcisée“, RTDeur 32(2), apr-giu 1996, pagg.215- 242. 6

Anteprima della Tesi di Antonio Barreca

Anteprima della tesi: L'art. 86 del Trattato Ce e la liberalizzazione dei servizi pubblici in Europa, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Antonio Barreca Contatta »

Composta da 433 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9171 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.