Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La società dell'informazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

l'accesso al territorio nemico. Il "sistema di reticoli" può essere considerato un'anticipazione del concetto di Rete. La gestione dell'informazione necessitò presto di livellare tutto ad uno standard, e l'istituzione del sistema metrico decimale, che seppellì definitivamente l'anarchia feudale delle misure nella Francia post-rivoluzionaria, ne è un chiaro esempio. Oltre alla dichiarazione dei Diritti dell'Uomo, l'ideale egualitario rivoluzionario ispirò anche l'unificazione della lingua con l'abolizione dei dialetti, l'adozione del codice civile e della scienza statistica, mentre Denis Diderot e Jean-Baptiste D'Alembert davano vita al progetto enciclopedico di un sapere codificato e universale. Alla fine del XVIII secolo cambiò anche il modo di concepire il processo storico: ogni società era per forza di cose votata ad un miglioramento progressivo (13) ragion per cui la matematica, in particolare il calcolo delle probabilità, fu applicata alle scienze sociali e politiche allo scopo di sfruttare l'osservazione della frequenza degli eventi passati per ottenere una stima probabile dell'avvenire. Nel 1794 il Ministero della Guerra francese inaugurò la prima linea telegrafica ottica Parigi-Lilla. L'ambiente scientifico fu esaltato da questa nuova invenzione: il telegrafo annullava le distanze e quindi permetteva in teoria a tutti i cittadini di comunicare quasi istantaneamente; già allora la comunicazione era considerata uno dei fondamenti della democrazia, ragion per cui il telegrafo avrebbe potuto diffondere la democrazia a tutto il genere umano. Purtroppo queste speranze furono disattese, poiché il codice ottico rimase coperto dal segreto militare. Con il periodo immediatamente successivo all'invenzione del telegrafo ottico, circa le aspettative di democrazia connesse all'uso di questa nuova estensione delle capacità comunicative umane, Armand Mattelart fa coincidere una delle prime manifestazioni di un curioso fenomeno: A ogni ciclo tecnologico si rinnoverà il discorso redentore sulla promessa di concordia universale, di democrazia decentrata, di giustizia sociale e prosperità generale. E ogni volta si ripeterà anche il fenomeno dell'amnesia nei confronti della tecnologia precedente. (14) A prescindere dagli strumenti tecnologici implicati in un cambiamento, siano essi il telegrafo ottico, la radio, la televisione o Internet, l'entusiasmo per

Anteprima della Tesi di Claudio Simeone

Anteprima della tesi: La società dell'informazione, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Claudio Simeone Contatta »

 

Questa tesi ha raggiunto 6381 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.