Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marketing delle società di calcio del 2000: analisi, strategie e scenari futuri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 organizzate degli enti di propaganda sportiva riconosciuti dal C.o.n.i.". Il procedimento per ottenere tale riconoscimento era però laborioso. Preliminarmente andava presentata al C.o.n.i. una domanda con una serie di allegati: l'atto costitutivo, lo statuto correlato di alcuni dati, tra cui i mezzi finanziari che l'ente disponeva per esercitare l'attività sportiva. Spettava poi al C.o.n.i. , stante la documentazione, esprimere il proprio parere sull'opportunità del conferimento della personalità giuridica. L' atto costitutivo, unitamente al parere del C.o.n.i. , andava depositato presso l'ufficio del registro delle imprese, ai sensi dell'art. 2330 c.c. ,e, nei 30 giorni dall'omologazione, bisognava depositare presso il C.o.n.i. un certificato attestante l'avvenuta iscrizione nel registro. Dopo tali adempimenti, il Comitato avrebbe provveduto all'iscrizione nel registro delle associazioni sportive a responsabilità limitata. Anche le modifiche dell'atto costitutivo seguivano il medesimo iter, mentre le variazioni degli organi sociali andavano solo comunicate al C.o.n.i. 13 . Il progetto di legge prevedeva, inoltre, che l’associazione sarebbe stata disciplinata dalle norme codicistiche, ma con esplicita esclusione delle norme relative alla finalità lucrativa e, in particolare, nell’ipotesi in cui avesse utilizzato atleti professionisti, dalle norme dettate in tema di S.p.A. , nel caso in cui avesse utilizzato atleti dilettanti, da quelle in tema di società cooperative. La disciplina codicistica applicabile in conformità a tale rinvio subiva alcune fondamentali deroghe, tra le quali ricordiamo: a) l’esclusione di ogni norma relativa alla finalità lucrativa e, conseguentemente, l’obbligo di destinare gli utili di esercizio per il 50% ad un fondo gestito dal C.o.n.i. ; l’obbligo di devolvere, anche in caso di scioglimento, gli avanzi di gestione al fondo gestito dal comitato; b) il potere del C.o.n.i. di nominare, in caso di irregolare funzionamento dell’associazione, fu proposta della Federazione, un commissario, determinandone i poteri e la durata; 13 Il termine era di 20 giorni.

Anteprima della Tesi di Luca Panarelli

Anteprima della tesi: Il marketing delle società di calcio del 2000: analisi, strategie e scenari futuri, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luca Panarelli Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7222 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.