Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I villaggi turistici come forma di integrazione sociale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 da farlo riflettere innanzi a quel che osserva, si adopera attivamente compiendo uno sforzo fisico che pu� andar dal sollevare pesi a resistere passivamente allo stress del lungo viaggio sino all�estremo caso di dover percorrere grossi spazi a piedi ed a volte a dover rinunciare alle comodit� dovendo razionare acqua e vivande. Ma come si pu� definire il turismo? Si ha notizia che nel 1889 il Littr� cos� lo defin�: ��turista: si dice dei viaggiatori che percorrono i paesi per curiosit� e ozio, che fanno una specie di tourn�e nei paesi abitualmente visitati dai loro compatrioti�� (cit. da Bruschi, 1991: p. 78). In questa definizione appare evidenziato non il fenomeno turistico nel suo insieme, ma il soggetto (turista) che viaggia per curiosit� e ozio. A questa definizione seguirono altre che si limitarono per� a evidenziare solo il fattore soggettivo di ordine psicologico. Con l�ampliarsi del fenomeno turistico si ebbero definizioni pi� complete che misero in luce anche l�elemento economico e oggettivo: ambiente, attrezzatura turistica, servizi, ecc. Fu un economista austriaco, von Schullern zu Schrattenhofen che fece emergere l�elemento oggettivo in tutta la sua importanza, definendo il turismo come: ��insieme di tutti i fenomeni, in primo luogo di ordine economico, che si producono a causa dell�arrivo, del soggiorno e della partenza dei viaggiatori in un Comune, in una Provincia, in uno Stato determinato e che, di conseguenza, sono direttamente collegati tra loro��. Mentre il belga Picard scrisse che ��l�industria del viaggiatore � l�insieme dei suoi organi e del suo funzionamento, non soltanto dal punto di vista di colui che si trasferisce, del viaggiatore propriamente detto, ma principalmente dal punto di vista dei valori che quest�ultimo porta con se, e di coloro che, nel paese dove egli si trasferisce con il suo portafoglio pieno, approfittano direttamente (in prima linea gli albergatori) o indirettamente delle spese che egli fa per soddisfare i suoi bisogni di istruzione o di piacere��. Nel secondo dopoguerra Mathiot affermer� che ��il turismo concerne l�insieme dei principi regolanti i viaggi di piacere o di utilit�, sia per quanto concerne l�azione personale dei viaggiatori o turisti, sia per quanto concerne l�azione di coloro che si occupano di riceverli e di facilitare il loro trasferimento�� mentre Hunziker e Krapf si esprimeranno ��il turismo � l�insieme dei rapporti e dei fenomeni risultanti dal viaggio e dal soggiorno dei non residenti, in quanto questo soggiorno non crei una residenza duratura e non derivi da una attivit� lucrativa��. Anche il Dizionario Internazionale del Turismo (1953) dell�Acad�mie Internationale du Tourisme definir� il turismo ��come termine che si applica ai viaggi di piacere e come insieme delle attivit� umane messe in opera per realizzare questo tipo di viaggi; industria cooperante alla soddisfazione dei bisogni del turista��. Anche la definizione data dal Sessa si porr� su un piano pi� rispondente alla nuova realt� turistica. Infatti egli considerer� il turismo come

Anteprima della Tesi di Ash Ilardi

Anteprima della tesi: I villaggi turistici come forma di integrazione sociale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ash Ilardi Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4457 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.