Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I villaggi turistici come forma di integrazione sociale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 sfarzose. Anche le localit� termali erano molto ricercate, centinaia erano sparse per l�Impero come Aquincum (odierna Budapest) o la pi� nota allora Aqu� Allobrogum (Aix-les-Bains). Bagnoli presso N�apolis (Napoli) era famosa per i suoi divertimenti piccanti, nei suoi alberghi mondani e nei suoi bagni perfettamente attrezzati, era possibile incontrare non soltanto romani, ma anche ricchi egizi e commercianti fenici. L�associazione tra bagno a vapore, massaggio ed amore venale dei nostri giorni � un retaggio di quell�epoca. Le grandi citt� come Roma ed Alessandria d�Egitto erano sedi di manifestazioni culturali e ludiche: concorsi musicali, festival teatrali, corse e spettacoli di circo attiravano migliaia di visitatori da vicino e da lontano. Per alcune citt� questo traffico che oggi verrebbe senz�altro definito turistico, costituiva la principale fonte di entrate. Per chi ne aveva i mezzi e non temeva di affrontare un viaggio assai lungo, la Grecia e l�Egitto con le sue citt�, il Nilo ed i suoi animali esotici e le antiche Sfingi, rappresentavano una grande attrattiva; la visita ai monumenti rappresentava per il Romano agiato e colto il coronamento della propria educazione, era usanza lasciare il proprio nome sul monumento come ricordo della visita. Altres� esistevano gi� piccoli ricordi antesignani degli odierni souvenir; ad Efeso si vendevano miniature del tempio di Artemide. La caduta dell�impero romano e le invasioni dei Barbari portarono a partire dal V secolo allo sgretolamento dell�ordinamento statale, segnato dal ritorno ad una societ� rurale e primitiva. I principi germanici presero il posto dei funzionari amministrativi romani nella parte occidentale dell�impero mentre l�Impero Romano d�Oriente destinato a sopravvivere per un altro millennio, subiva profonde trasformazioni. A base dell�economia vi erano i prodotti della terra, che lavorata con mezzi primitivi non si manifestava avara di frutti. Il magnifico sistema di comunicazioni dei Romani and� lentamente in rovina. La manutenzione delle strade militari fu abbandonata ed ai tempi di Carlo Magno gran parte delle vi� romane era ormai impraticabile, senza contare i pericoli imcombenti. Si svilupp� un�economia di tipo autarchico; il commercio inizi� a diminuire; le citt� persero gradatamente la loro importanza come centri commerciali, industriali e culturali. I commercianti viaggiavano soltanto in carovana e sotto scorta armata, ma le strade erano frequentate anche da qualche pellegrino diretto ai luoghi santi (Roma, Loreto o Santiago de Compostela). I pellegrini potevan pernottare nei numerosi monasteri che incontravano sul corso del loro cammino. I monasteri disponevano di una foresteria chiamata hospitium (dal 1at. spes ospite) dove i pellegrini erano alloggiati, nutriti e se necessario curati; i loro piedi erano oggetto delle maggiori attenzioni date le calzature dell�epoca. A partire dal XII secolo si assiste ad una ripresa dei viaggi. Le migliorate tecniche agricole (merito soprattutto dei conventi) portano gradualmente a raccolti pi� abbondanti;

Anteprima della Tesi di Ash Ilardi

Anteprima della tesi: I villaggi turistici come forma di integrazione sociale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ash Ilardi Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4455 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.