Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'autonomia tra conviventi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 3 - 1.1 − L�EVOLUZIONE DEI RAPPORTI DI CONVIVENZA NON CONIUGALI. 1.1.1 − Dal concubinatus al Concilio di Trento. Un significativo segnale del lungo e travagliato percorso che − dalla netta e pregiudiziale chiusura − ha condotto all�ammissibilit� di un riconoscimento e di una tutela del fenomeno in esame, si coglie nella stessa terminologia usata − in epoche diverse − per indicare la convivenza non coniugale dalla letteratura giuridica e dalla giurisprudenza, che registra un passaggio dal termine �concubinato�, di evidente valenza negativa, alle espressioni �convivenza more uxorio�, evocativa di un fenomeno informato a valori di libert� e volont�, ed infine, �famiglia di fatto�, che esprime una sorta di equiparazione tra famiglia legittima e la convivenza non coniugale, considerata anch�essa come gruppo familiare. Per comprendere, allora, l�evoluzione della convivenza e delle sue differenti definizioni non soltanto lessicali, ma anche contenutistiche possiamo � attraverso un breve excursus storico � prendere le mosse dal concubinato secondo l�ordinamento romano 1 . Nel diritto romano arcaico il concubinato non � una relazione di mero fatto, indifferente per il diritto o addirittura illecita, bens� una 1 In particolare, CASTELLO, In tema di matrimonio e concubinato nel diritto romano, Milano, 1940, passim. L�Autore distingue tre diverse unioni extra-matrimoniali; paelex � alle origini di Roma si riferiva a qualunque donna vivesse in una unione non matrimoniale, in seguito fu cos� denominata soltanto la rivale della moglie � contubernium � la relazione di carattere continuativo ed abituale fra schiavi o tra un libero e una schiava, o viceversa � ed infine concubinatus.

Anteprima della Tesi di Cristiano De Angelis

Anteprima della tesi: L'autonomia tra conviventi, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Cristiano De Angelis Contatta »

Composta da 319 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3535 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.