Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Integrazione sociale: multimedialità e teatro nel mondo del disabile fisico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

maniera anche attiva ( sempre attraverso lo scambio di comunicazione: es: applauso, riso ecc…). Non manca anche in tale contesto il supporto di chi aiuta queste persone in difficoltà, l’educatore ad esempio ha un ruolo molto importante in questo caso, diventa lui stesso conduttore e attore di un qualcosa che non conosce e che non può apprendere da nessun altra parte, se non accanto a questi ragazzi, e magari stupirsi dei risultati sia che interpretino se stessi e sia che scoprano nuovi messaggi di comunicazione. Concludendo, ciò che si vorrebbe far emergere, in questa tesi è non tanto la differenza fra l’inserimento di una persona con handicap fisico in ambito mediatico o teatrale ( dato che già si può notare con molta evidenza che sono attività di inserimento sociale molto diverse e con finalità diverse), ma auspicare che la stessa multimedialtà sia artefice di incontro tra ciò che è nella natura vitale e ciò che non lo è. Crediamo però che questi due campi sociali, apparentemente appunto molto diversi, in realtà possano convivere e non solo potersi aiutare, se non addirittura scambiarsi vicendevolmente esperienze, informazioni, immagini, cultura su la possibilità di migliorare se non addirittura vedere l’opportunità delle persone che lavorano per sé, ma anche e soprattutto per gli altri. Per arrivare però a questo obbiettivo molto importante, bisogna superare ancora numerosi ostacoli e muri culturali (da abbattere),perché ancora oggi nonostante la tecnologia sia andata avanti e abbia portato molto progresso, nella maggior parte delle menti degli individui c’è invece ancora molta ignoranza nel capire che una persona può nascere o diventare per varie cause, disabile, ma continuare ad avere una vita normale, cioè avere delle passioni, degli interessi, migliorarsi sia fisicamente che culturalmente per il proprio piacere e da condividere con gli altri. No! Tutto questo è ancora molto duro da far capire a chi ritiene che se non si è perfetti, non si può ambire a tali traguardi. Ultimamente dobbiamo renderci conto che la presenza fisica, di tali persone all’interno della società, è davvero difficile da sostenere, non tanto sul palco, anzi il problema si crea proprio giù dal palco, in platea ( teatri,fiere, studi televisivi ecc…). Infatti spesso si parla di persone disabili, spesso anche in tv, ma poi se si presentano soprattutto solo come pubblico, qui inizia il vero problema.

Anteprima della Tesi di Elisa Maria Gallotti

Anteprima della tesi: Integrazione sociale: multimedialità e teatro nel mondo del disabile fisico, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Elisa Maria Gallotti Contatta »

Composta da 346 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11627 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.