Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I musicisti italiani e la viola d'amore nella prima metà del Settecento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 LA VIOLA D’AMORE IN EUROPA 1.1 Caratteristiche costruttive I nomi �viola d�amore�, viole d�amour e la traduzione tedesca liebesgeige, usata verso la fine del 18� secolo, indicano uno strumento a corde, da braccio, che si contraddistingue per un particolare timbro, un colore del suono sentito come piacevole, soave. Sull�origine del nome �viola d�amore� sono state elaborate le ipotesi pi� fantasiose. A cavallo tra Ottocento e Novecento, L�on Pillaut 1 e Eug�ne de Briqueville 2 , considerando la grande diffusione di strumenti con corde di risonanza nel mondo orientale, presentarono la tesi di un�origine orientale della viola d�amore, in quanto strumento con corde di risonanza, e ipotizzarono che il nome di questo strumento derivasse da �viola da moro�. Oggi per� sappiamo che sulla viola d�amore delle origini non erano montate corde di risonanza; di conseguenza questa ipotesi non � pi� accreditata. Un ulteriore, azzardato, tentativo di chiarire l�etimologia di questo nome � stato fatto, nel 1973, da Martin Vogel 3 che ha messo in relazione il nome �viola 1 L�ON PILLAUT, Notes sur [�] la viole d�amour, in �Le M�nestrel� 57/35, Paris, s. a. (1891c), pp. 274- 276. 2 EUG�NE DE BRIQUEVILLE, La Viole d�amour, in �Gazette des musiciens�, Paris, 1905, pp. 1-15. 3 MARTIN VOGEL, Was hatte die �Liebesgeige� mit der Liebe zu tun? in Musicae scientiae collectanea: Festschrift Karl Gustav Fellerer zum siebzigten Geburtstag, K�hln, von H�schen 1973, pp. 609-615.

Anteprima della Tesi di Valentina Montanucci

Anteprima della tesi: I musicisti italiani e la viola d'amore nella prima metà del Settecento, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valentina Montanucci Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5101 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.