Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I musicisti italiani e la viola d'amore nella prima metà del Settecento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 alcun riferimento alla viola d�amore senza corde di risonanza, ma la descrizione di uno strumento con sei o sette corde tastabili, tre di budello e quattro ramate, e dodici corde di risonanza accordate a distanza di un semitono l�una dall�altra. Lo strumento viene, per altro, indistintamente denominato �viola d�amore� o �viola angelica�. La prima distinzione tra viola d�amore con corde semplici e viola d�amore con corde di risonanza compare solo nel 1789 ed � operata da Friedrich August Weber nel suo scritto Abhandlung von der Viole d�Amour oder Liebesgeige 38 . Weber riferisce, inoltre, che famosi virtuosi, come Karl Stamitz e Karl Michael von Esser avrebbero tolto le corde di risonanza dalla loro viola d�amore. Il trattato � successivo a quelli di Leopold Mozart 39 e Johann Georg Albrechtsberger 40 , che descrivono la viola d�amore come uno strumento con sei corde tastabili e sei di risonanza senza prendere in considerazione la tipologia priva di corde simpatiche. 38 FRIEDRICH AUGUST WEBER, Abhandlung von der Viole d�Amour oder Liebesgeige, in �Boβler�s Musikalische Realzeitung f�r das Jahr 1789�, II, Luglio-Dicembre, Speyer 1789, pp. 240-243, 248-252, 258-261, 284, 292-295, 300-303. 39 LEOPOLD MOZART: Versuch einer gr�ndlichen Violinschule, Augsburg, Lotter, 1756; Ripr. facsimile dell�ed. 1787 3 (Gr�ndliche Violinschule), Wiesbaden-Leipzig-Paris, Breitkopf & H�rtel, 1991, p. 4. 40 JOHANN GEORG ALBRECHTSBERGER, Gr�ndliche Anweisung zur Composition, Leipzig, Breitkopf & H�rtel, 1790, p. 398.

Anteprima della Tesi di Valentina Montanucci

Anteprima della tesi: I musicisti italiani e la viola d'amore nella prima metà del Settecento, Pagina 16

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valentina Montanucci Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5101 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.