Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nella 'idea' del gioco linguistico e del paradigma: Wittgenstein-Kuhn

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

diadiche che i due ‘significati’ generano nella loro applicazione. Senza addentrarci su di un terreno eccessivamente esegetico, poter giungere al gioco linguistico di Wittgenstein necessita “vedere” e “vedere come” il fi- losofo austriaco dalla gioventù del Trattato logico-filosofico (da adesso TL), cioè dalla dottrina della logica raffigurativa delle proposizioni, sia giunto in un processo riorganizzativo del ‘suo’ mondo ad una seconda fase, quella delle Ricerche Filosofiche (da adesso RF), in cui il mondo in opposizione al TL si ‘mette’ a disposizione del linguaggio non più privato e solipsistico ma sociale. Anche Kuhn risente di questo processo diacronico in cui da una prima formazione tecnico-manualistica alla fisica teorica , sposta i suoi inte- ressi, a dir la verità mai dimenticati, allo studio della storia, della filosofia della storia e dell’epistemologia. Nel documentare queste fasi di mutazione e di ampliamento concettuale, possiamo renderci conto di come alcuni ‘as- serti ‘ di base del TL (dire e mostrare, i limiti del mondo, solipsismo) sia- no oltrechè ‘radici’ guida del ‘secondo’ Wittgenstein e delle RF anche, nel caso dell’epistemologia kuhniana, delle nozioni necessarie per meglio comprendere e focalizzare le doti “quantizzanti” delle rivoluzioni scientifi- che. Nell’ipotizzare e nel lavorare su questa sorta di ‘comunione’ unidire- zionale (nel senso che ci troviamo a trattare una forma di implicazione con- cettuale che transita dal gioco linguistico al paradigma) possiamo notare co- me nella loro (di Wittgenstein e di Kuhn) ontogenesi persiste l’esigenza di ridurre ‘al possibile’ quella forma di confusione e di disordine appartenen- te ai loro “mondi”. Prendendo spunto dalle opere principali di Wittgen- stein, confusione e disordine si manifestano nel caso del TL negli ‘sviamen- ti’ causati dalle apparenze ingannevoli del linguaggio ordinario e quindi nel- la necessità di analizzare le proposizioni per portare alla luce la loro struttu-

Anteprima della Tesi di Stefano Cipriani

Anteprima della tesi: Nella 'idea' del gioco linguistico e del paradigma: Wittgenstein-Kuhn, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Stefano Cipriani Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4572 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.