Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I movimenti no-global: natura, idee, evoluzione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 2. Alcuni concetti Qualunque cosa si possa pensare delle globalizzazione è opportuno capire appieno il significato di questo termine. Questa parola viene spesso usata come termine magico, in grado secondo alcuni di essere la soluzione a tutti i problemi del mondo, responsabile secondo altri di tutti i mali del globo, finanche di antiche situazioni di povertà e di disastri naturali. Il risultato di ciò è che molti parlano di globalizza- zione senza capire bene che cosa in realtà essa sia, e senza perciò rendersi conto delle sue conseguenze. Vediamo dunque di fare un po’ di chiarezza concettuale. Col termine globalizzazione si può intendere una rete stabile e dura- tura di interconnessioni, che vanno a mettere in relazione tra loro re- altà eterogenee, diverse l’una dall’altra e distanti spazialmente e temporalmente. Si tratta di realtà attinenti non solo l’ambito econo- mico, come i più mostrano di credere, ma anche quello politico, cul- turale, scientifico-tecnologico, ed altri ancora. L’intensificarsi di re- lazioni e connessioni porta come effetto ad una maggiore interdipen- denza tra economie, società e culture, cosicché ciò che avviene in una parte del mondo non può più avere effetti esclusivamente su sca- la locale, ma finisce per coinvolgere anche contesti più o meno lon- tani. In sostanza la globalizzazione proietta la dimensione locale a li- vello mondiale, tanto che ciò che avviene a livello locale si ripercuo- te poi su tutto il mondo, e viceversa. Ne consegue che l’impatto so- ciale di azioni locali acquista rilevanza mondiale. Non è però esatto sostenere che la globalizzazione faccia sparire la dimensione locale: essa non viene diluita ed assorbita dai legami mondiali, ma affiancata dalla dimensione globale. Si può pertanto sostenere che l’orizzonte di vita delle persone non sia più limitato territorialmente a uno spazio locale ben definito, ma acquisti invece una più vasta dimensione mondiale. La globalizzazione, portando diversi contesti ed ambiti si- tuati in diverse parti del mondo a legarsi tra loro, finisce per indebo- lire lo Stato-nazione. Questo perché se le società si articolano ed in- terconnettono per conto loro su scala globale superando i tradizionali confini e logiche di azione statali, allora gli Stati nazionali finiscono

Anteprima della Tesi di Fabrizio Baldi

Anteprima della tesi: I movimenti no-global: natura, idee, evoluzione, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Fabrizio Baldi Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8273 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.