Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cessione di azienda nel diritto tributario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

messo in luce in questa definizione sono soprattutto tre 24 : a) l’esistenza di un “complesso”, cioè di un insieme di più beni; b) il loro collegamento attraverso l’organizzazione dell’imprenditore; c) l’unificazione degli elementi in conseguenza della loro destinazione (cioè l’esercizio dell’impresa). Abbastanza tormentato è stato il pensiero della dottrina sulla natura giuridica di questo istituto (l’azienda), dalla struttura difficile da definire con una semplice formula. Questo organismo appare, infatti, uno e plurimo, ed inoltre, pur essendo qualificato dal legislatore sostanzialmente in termini unitari, contestualmente, si mostra composito, per la presenza al suo interno di una pluralità di beni, ognuno dei quali ha le sue leggi di circolazione e la sua vita giuridica, magari indipendente e diversa da quella degli altri beni che pure concorrono a formare il tutto. Il dibattito, tra l’altro, prende le mosse anche da studi anteriori al codice civile del 1942, studi che la dottrina aveva svolto per chiarire un concetto di azienda che, come si accennava, non era legislativamente previsto, né nel codice di commercio, né in altre norme. 24 Vedi AULETTA, Voce Azienda in Enc. Giur. Treccani, cit. pag. 4.

Anteprima della Tesi di Ilaria Rizzo

Anteprima della tesi: La cessione di azienda nel diritto tributario, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Ilaria Rizzo Contatta »

Composta da 267 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7765 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.