Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cessione di azienda nel diritto tributario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

che l’istituto contrassegnato con il nome usato dal legislatore in altri campi del diritto, abbia invece un contenuto ed una disciplina in tutto o in parte differenti da quelli propri in quei campi>> 12 . In tali casi, dunque, ci sarebbe una coincidenza solo nel nomen dell’istituto giuridico, cui non corrisponderebbe altrettanta coincidenza nel contenuto. Quindi, il significato civilistico costituirà uno spunto importante, ma non insuperabile, per la sua interpretazione. Con tale soluzione concorda ormai la gran parte della dottrina 13 ; e anche la stessa Corte Costituzionale, in una pronuncia sul punto 14 ha riconosciuto che non vi è sempre e comunque un mero trasferimento “in blocco” di principi ed istituti da un settore giuridico ad un altro, ma che il fenomeno tributario può <> 15 . Si finisce così per sostenere che, alla norma tributaria, devono applicarsi gli stessi criteri interpretativi ed ermeneutici, previsti per qualunque altra norma giuridica 16 . 12 MICHELI, Voce Legge (dir. trib.), in Enc. del dir., vol. XXIII, 1097; si veda anche, dello stesso Autore, Corso di diritto tributario, Torino, 1989. 13 Cfr. LUPI, Diritto tributario, cit., pag. 77; TESAURO, Istituzioni di diritto tributario. Parte generale, Torino, 1998, pag. 37; FANTOZZI, Diritto tributario, cit., p. 186; A.D. GIANNINI, I concetti fondamentali del diritto tributario, Torino, 1956; TRIMELONI, L’interpretazione nel diritto tributario, Padova, 1979; LICCARDO, Introduzione allo studio del diritto tributario, cit., p. 10; MICHELI, Soggettività tributaria e categorie civilistiche, in Riforma tributaria e diritto commerciale. Le fattispecie, Milano, 1978, p. 33 e ss. 14 Corte Cost., 30 aprile 1986, n. 115, in Boll. trib., 1986, p. 1093. 15 Corte Cost., sent. ult.cit. 16 Alcuni autori, più specificamente, individuano varie modalità, quasi vari gradi di interconnessione, tra il diritto tributario ed altre nozioni ed istituti di varia provenienza: vi può essere innanzitutto un rinvio tacito o espresso ad altre norme attraverso vari richiami, che determinano, più che un mero trapianto di istituti, una vera e propria integrazione fra più settori dell’ordinamento; ci può essere poi una utilizzazione di concetti della realtà extragiuridica, che riguarda essenzialmente termini provenienti dall’economia, dalla finanza, ecc., e che sono recepiti nel significato proprio della realtà da cui provengono (il che non significa che anche in tale realtà non possano mutare accezione); infine, vi sono delle vere e proprie nozioni autonome (o proprie), elaborate dal diritto tributario, questa volta sì, in maniera differente e peculiare rispetto alla corrispondente nozione civilistica (o penalistica, ecc.), che sgancia, almeno parzialmente, la nozione in esame dall’ambito di appartenenza, e la colloca, invece, nelle accezioni proprie del diritto tributario. Sul punto, TRIMELONI, Voce Diritto tributario, cit., 694 ss.; PISTONE, La giuridificazione, cit., 107 ss.

Anteprima della Tesi di Ilaria Rizzo

Anteprima della tesi: La cessione di azienda nel diritto tributario, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Ilaria Rizzo Contatta »

Composta da 267 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7762 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.