Skip to content

Stephen Toulmin ''neo-umanista'': scienza, etica e retorica

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 IL CONTESTO STORICO-FILOSOFICO 1.1. La filosofia analitica Le posizioni di Stephen Toulmin in filosofia della scienza e in etica, che esporremo articolatamente nei capitoli due e tre del presente lavoro, divergono radicalmente da quelle degli empiristi logici, e si collocano nel filone della "filosofia del linguaggio ordinario" inaugurato da Ludwig Wittgenstein (1889-1951). La filosofia del linguaggio ordinario rappresenta l'ultimo sussulto del grande movimento filosofico-analitico che dall'inizio del secolo e per i successivi settantacinque anni ha dominato la riflessione filosofica, facendo del ventesimo secolo filosofico l'era del linguaggio e della logica. La concezione analitica della filosofia rappresenta un atteggiamento metodologico generale più che una "scuola" rigidamente definita, e precisamente la convinzione che i tradizionali problemi filosofici possono essere affrontati solo analizzando il linguaggio con il quale sono stati formulati ("svolta linguistica" o linguistic-turn), stabilendo dunque una stretta connessione tra il linguaggio e il pensiero: solo tramite il primo si può chiarire il secondo. L'analisi è condotta con chiarezza e rigore (meglio sollevare questioni che proporre soluzioni o teorie) utilizzando (ma non esclusivamente né preferibilmente) la logica formale, allo scopo di eliminare problemi apparenti o confusioni tra regole linguistiche di ambito e livello differente (fine "terapeutico" dell'analisi). Questa prospettiva filosofica ha caratterizzato l'ambiente accademico anglofono di questo secolo, influenzando anche pensatori di altri paesi, ma senza mai rimanere uguale a se stessa, anzi evolvendosi in forme via via differenti. Le varie correnti della filosofia analitica nel loro sviluppo storico sono ricondotte da Hacker 1 a due filoni principali: una radice (russelliana) del nuovo pensiero è logico- analitica, in quanto impegnata nell'analisi logica dei fenomeni oggettivi attraverso i nuovi formalismi introdotti da Frege, Russell e Whitehead. In questa accezione l'analisi si risolve essenzialmente nella scomposizione di un complesso nei suoi elementi assolutamente semplici, primi e certi, allo scopo di fondare il sapere. L'altra radice (mooreana) è analitico- concettuale, in quanto caratterizzata dall'analisi di concetti oggettivi (indipendenti dalla mente che li considera) piuttosto che di "idee" o "impressioni" soggettive. Per George Edward Moore (1873-1958), a differenza di Bertrand Russell (1872-1970), analisi significa chiarificazione di un complesso nelle sue strutture contestuali senza l'aspirazione di pervenire alla determinazione degli elementi assolutamente semplici. Così, al russelliano "atomismo logico", che divenne il modello interpretativo del Tractatus 2 di Wittgenstein ed uno dei precedenti immediati del neopositivismo, si contrappone la difesa mooreana del senso comune. Non si tratta in quest'ultima di determinare attraverso l'analisi gli elementi primi e certi del sapere, bensì di penetrare il significato di quelle convinzioni e credenze del senso comune che, vivendo, sono accettate anche da quei filosofi che elaborano poi speculativamente dottrine molto distanti dal senso comune. Non è del tutto ingiustificato, quindi, collegare il nome di Russell con l'analisi di stampo neopositivistico e quello di Moore con le correnti analitiche più strettamente inglesi, che si affermarono nel secondo dopoguerra. In entrambe le visioni dell'analisi il riferimento costante all'oggettività di ciò che viene analizzato, considerato indipendente dai contenuti mentali dell' "analista", denota l'iniziale orientamento anti-psicologistico della filosofia analitica, la cui opera di chiarimento 1 P. M. S. HACKER, Wittgenstein's Place in Twentieth Century Analytic Philosophy, Oxford, Oxford University Press, 1995, p. 4 (d'ora in avanti mi riferirò a questo libro con la sigla WPAP, seguita dal numero delle pagine). 2 L. WITTGENSTEIN, Tractatus Logico-Philosophicus (1921), trad. ingl. a cura di D. F. Pears e B. F. McGuiness, New York, Routledge & Kegan Paul, 1974, trad. it. Tractatus logico- philosophicus e Quaderni 1914-1916, Torino, Einaudi, 1964.
Anteprima della tesi: Stephen Toulmin ''neo-umanista'': scienza, etica e retorica, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Stephen Toulmin ''neo-umanista'': scienza, etica e retorica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Moneti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Alessandro Pagnini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bioetica
etica
morale
retorica
ludwig wittgenstein
jurgen habermas
stephen toulmin
storia delle filosofia contemporanea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi