Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ipertesto, metafora di pensiero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

essere ascritti all’intervento di due differenti sistemi: quello della coscienza percettiva, che accoglie le informazioni senza trattenerle, e il sistema mnestico, che invece conserva tracce durevoli delle nostre percezioni. Passa un quarto di secolo e Freud propone la metafora del Notes Magico: un piccolo aggeggio “da poco messo sul mercato” che promette prestazioni migliori sia del foglio di carta che della lavagna: si tratta di una tavoletta di resina o di cera sulla quale poggia un sottile foglio trasparente, fissato alla tavoletta da un lato e costituito da due strati, quello inferiore di carta cerata, quello superiore protettivo di celluloide. Quando viene utilizzato, usando un punteruolo come penna, lo strato di carta cerata aderisce nel punto di pressione alla tavoletta di cera facendo così risaltare la scrittura in corrispondenza dei solchi. Basta però sollevare nuovamente la pellicola dalla tavoletta che quanto “scritto” scompare, lasciando il notes pronto a ricevere nuove informazioni; in realtà nulla scompare definitivamente: basta infatti sollevare la pellicola che quanto in precedenza scritto riappare come traccia confusa tra i solchi che il punteruolo ha lasciato sulla cera sottostante; il notes magico, scrive Freud, “risolve il problema di unificare queste due funzioni ripartendole fra due elementi separati ma f a loro interconnessi. Ma questo è proprio il modo in cui il nostro apparato psichico risolve il problema della funzione percettiva. Lo strato deputato alla ricezione degli stimoli, ossia il sistema Percezione–Conscio, non dà luogo a tracce mnestiche permanenti; i fondamenti dei nostri ricordi si formano in un altro sistema, a quello sottostante. r 9 ” Ció che colpisce l’attenzione non è tanto l’esito di queste analogie nel sistema psicanalitico, quanto il particolare uso che Freud fa di questa metafora, e le aperture di senso che questa sottende: “eppure, se lo si guarda piú da vicino, ci si accorge che questo taccuino è costruito in un modo che presenta notevoli concordanze con la struttura da me ipotizzata del nostro 9 Freud S. , Nota sul notes magico, p.67 8

Anteprima della Tesi di Samuele Cattaneo

Anteprima della tesi: Ipertesto, metafora di pensiero, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Samuele Cattaneo Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3125 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.