Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli strumenti di visual modeling come ponte tra progettazione organizzativa e progettazione informatica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

che è più innovativo e discontinuo, e consente di individuare e pianificare anche soluzioni che rispondono a necessità di mutamenti radicali, consentendo quindi il BPR. Una volta effettuata questa fase, si potrà passare a fasi più tipiche dell’ingegneria del software come: l’analisi che consente di determinare gli obiettivi del nuovo sistema, il disegno che permette di andarlo a rappresentare nei suoi elementi in una forma più vicina all’uomo che alla macchina, la codifica ossia la traduzione del disegno in un linguaggio comprensibile alle macchine, la fase di test per correggere eventuali errori, l’installazione e manutenzione, che consentiranno di ottenere il prodotto finale e funzionante. Quello che abbiamo analizzato è un percorso per così dire ideale, alla luce delle attuali conoscenze, da seguire per andare a realizzare sistemi informativi di qualità, ossia in grado di rispondere alle esigenze dell’utente in termini di efficacia e di efficienza. A questo punto possiamo: chiederci ma siamo veramente sicuri che le aziende che nel passato hanno realizzato un SI lo hanno veramente seguito? E inoltre, che pur avendolo seguito hanno realizzato un prodotto di qualità? La risposta a queste domande purtroppo è negativa. Infatti per molto tempo i sistemi informativi sono stati realizzati andando semplicemente ad introdurre, in tempi e con modalità differenti e in singole aree e funzioni, dei semplici programmi ottenendo quindi delle “isole di automazioni” che poi sono state accorpate per rispondere alle crescenti esigenze informative dell’azienda. Sebbene fosse funzionale, questa soluzione suscitò non pochi problemi: difficoltà di collegare tra loro sistemi, presenza massiccia di dati replicati, difficoltà di prevedere le conseguenze di

Anteprima della Tesi di Daniele Luciani

Anteprima della tesi: Gli strumenti di visual modeling come ponte tra progettazione organizzativa e progettazione informatica, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Luciani Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1261 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.