Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli strumenti di visual modeling come ponte tra progettazione organizzativa e progettazione informatica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Sistemi informativi ed Organizzazione Introduzione L’identificazione e l’analisi dei processi non rappresenta certo una novità per chi si occupa di sistemi informativi; nelle metodologie per la loro realizzazione è praticamente sempre presente una fase, in genere chiamata “analisi delle funzioni” e spesso parallela all’analisi dei dati, che esamina le attività per determinare le funzioni da sviluppare. La grande novità introdotta dal concetto di “reingegnerizzazione dei processi” non è quindi l’attenzione ai processi, alle attività e alle funzioni, quanto nel mettere il cambiamento dei processi al centro dell’analisi e della progettazione dei nuovi sistemi informativi. Tradizionalmente i processi e le attività erano infatti considerati sostanzialmente invarianti rispetto l’intervento di automazione, costituendo talvolta anche un “vincolo” nella realizzazione dei nuovi sistemi; i processi già c’erano e l’introduzione dell’informatica serviva solo per rendere automatiche le attività di cui non si mettevano in discussione né la logica, né la collocazione, né la sequenza.

Anteprima della Tesi di Daniele Luciani

Anteprima della tesi: Gli strumenti di visual modeling come ponte tra progettazione organizzativa e progettazione informatica, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Luciani Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1261 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.