Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La multiproprietà: comparazione tra il diritto italiano ed il diritto spagnolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

transfrontaliero di unità immobiliari e pertanto la stessa libertà di circolazione delle persone, dei servizi e dei capitali. 9 Le motivazioni che hanno spinto le autorità comunitarie all’emanazione di una normativa volta a disciplinare tale materia appaiono chiaramente dalla Risoluzione del Parlamento europeo adottata in data 13 ottobre 1988 10 ed intitolata significativamente alla “necessità di colmare la lacuna giuridica nel settore della multiproprietà”. Sostanzialmente, la direttiva é stata adottata al fine di armonizzare la disciplina della multiproprietà tra i vari paesi europei nonché, in linea con la tendenza affermatasi in materia di tutela del consumatore, al fine di fornire all’acquirente una serie di garanzie volte a ristabilire un equilibrio di forza tra le parti contraenti. 11 Pertanto, lo spirito della direttiva va ricondotto all’intenzione di attribuire una particolare tutela alla categoria dei “contratti dei consumatori” dove l’acquirente rappresenta la parte debole, spesso indotta all’acquisto attraverso spregiudicate tecniche di persuasione e vendita adottate non soltanto nei luoghi di villeggiatura, ma anche 9 M. Ermini, M. Lascialfari, V. Pandolfini, op. cit. pag. 193 10 Pubblicata in G.U.C.E., 14 novembre 1988, N.C. 290/148 e 149 11 R. Florit, op.cit., pag. 33

Anteprima della Tesi di Giuseppe Scassa

Anteprima della tesi: La multiproprietà: comparazione tra il diritto italiano ed il diritto spagnolo, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giuseppe Scassa Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4535 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.