Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La previdenza complementare nei sistemi di sicurezza sociale europei

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 ricevuto un notevole impulso dalle decisioni adottate dalla Corte di Giustizia e si sta lentamente sedimentando in alcune direttive volte ad affermare le modalità di applicazione dei principi guida che gli Stati membri devono seguire nella definizione della legislazione nazionale sulla previdenza integrativa. In questo campo un intervento a livello europeo è sempre più sollecitato anche dai governi degli Stati membri, che pur hanno posto, in passato, non pochi ostacoli ad una armonizzazione, o al coordinamento, dei sistemi previdenziali nazionali, ma che ora chiedono con forza linee guida per una riforma complessiva dei propri ordinamenti previdenziali. Il fenomeno dell’invecchiamento della popolazione è infatti comune, così come il cambiamento strutturale del mercato del lavoro o il bisogno di nuove regole per mantenere la solidarietà intergenerazionale che, fino ad oggi, ha permesso il funzionamento dei sistemi pensionistici. Oggetto del presente lavoro è l’analisi dell’indirizzo dell’Unione Europea in tema di sicurezza sociale ed, in particolare, di previdenza complementare. A tal fine si prenderanno prima in esame le caratteristiche dei sistemi di sicurezza sociale. Si vogliono, innanzitutto, presentare i modelli ideali che hanno rappresentato un riferimento per la “costruzione” del Welfare State in Europa e nel mondo: il modello bismarkiano e quello beveridgiano. Si passerà poi ad esaminare il ruolo e il rapporto che la previdenza complementare, all’interno dei sistemi di sicurezza sociale, ha con il regime previdenziale obbligatorio. Nella prima parte del secondo capitolo si presenteranno i principali atti della Comunità Europea in materia di sicurezza sociale, iniziando dai Trattati istitutivi e dal regolamento n. 1408/71 che per anni ha rappresentato la base di

Anteprima della Tesi di Emilio Rocchini

Anteprima della tesi: La previdenza complementare nei sistemi di sicurezza sociale europei, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Emilio Rocchini Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3129 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.