Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La previdenza complementare nei sistemi di sicurezza sociale europei

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO I I SISTEMI DI SICUREZZA SOCIALE IN EUROPA 8 bisogno (bisogno che renderebbe inesprimibili i diritti di libertà e uguaglianza della popolazione) e l’indicazioni di obiettivi elementari di protezione della persona umana e del benessere della collettività che è possibile rinvenire nelle dichiarazioni e nelle convenzioni internazionali. La definizione di sicurezza sociale più comunemente accettata a livello internazionale, infatti, resta quella data dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro nel 1952 2 , nella convenzione numero 102 sugli standard minimi di sicurezza sociale. Questa viene definita come la risultante di una serie di misure di natura pubblica poste in essere allo scopo di proteggere la popolazione da difficoltà economiche che potrebbero derivare da una carenza o una mancanza di reddito a seguito di malattia e malattia professionale, invalidità e infortunio sul lavoro, maternità e disoccupazione, vecchiaia o morte, per assicurare cure mediche a coloro che necessitano e per assicurare un sostegno economico alle famiglie con figli non autosufficienti a carico. Dalla definizione resta esclusa quindi l’assistenza sociale che attiene alla garanzia dell’esistenza delle condizioni minime per l’effettivo sviluppo della persona umana. Nella realtà, però, la definizione sopra citata non esaurisce la totalità dei regimi di sicurezza sociale esistenti nei Paesi europei: vari sono, per esempio, i rischi tutelati dai diversi ordinamenti derivanti da differenti esperienze storiche. Nonostante ciò, tutti gli Stati del Vecchio Continente si presentano come Stati sociali, Stati cioè che hanno scelto un ideale di solidarietà che rappresenta uno dei pilastri del modello sociale europeo. Il principio di solidarietà si manifesta 2 Organizzazione Internazionale del Lavoro, C102 Social Security (Minimum Standards) Convention, 1952.

Anteprima della Tesi di Emilio Rocchini

Anteprima della tesi: La previdenza complementare nei sistemi di sicurezza sociale europei, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Emilio Rocchini Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3132 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.