Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mobbing

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

21 Da tali ricerche emerge, tra l’altro, che il mobbing interessa in particolare tre grosse tipologie di soggetti (i c.d. oggetti a rischio): i “creativi“, gli “onesti“ ed i c.d. “superflui“ 8 . Per “creativi“ si intendono quei soggetti che hanno capacità di proposta, d’innovazione e che in qualche modo si diversificano dal gruppo cui appartengono; gli “onesti“ sono persone che si trovano ad operare in un ambiente nel quale esistono cordate di potere, gruppi molto coesi dove chi non collabora o si estranea è facilmente sottoposto a trattamenti di emarginazione, di esclusione, di dequalificazione, di eliminazione dal gruppo con la tecnica del mobbing; la categoria dei “superflui“, infine, costituisce il risultato di grosse operazioni di riorganizzazione aziendale (fusioni, accorpamenti, le grandi operazioni di merger anche a livello internazionale) che creano esuberi di personale ed inducono le direzioni aziendali a ricorrere a strategie che spingono i lavoratori a dimettersi. 8 Renato GILIOLI, Soggetti a rischio, frequenza ed estensione del fenomeno nel nostro paese: un’analisi quantitativa e Antonio CASILLI, Un approccio sistemico al mobbing e logiche di risposta dagli atti del seminario della Camera del Lavoro di Milano del 31 Maggio 2000 su “Mobbing: un male oscuro“.

Anteprima della Tesi di Marco Francesco D'Alò

Anteprima della tesi: Il mobbing, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Francesco D'Alò Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15393 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.