Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Iva negli enti locali: il caso del Comune di Ozieri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

spendere soltanto qualora la relativa spesa sia prevista in bilancio ed inoltre l�importo di quest�ultima non potr� superare lo stanziamento previsto. Ai sensi del quarto comma dell�articolo 153 del T.U.E.L., assume a riguardo un ruolo specifico, il responsabile del servizio finanziario, essendo lo stesso �preposto� alla verifica della veridicit� delle previsioni di entrata, e della compatibilit� delle previsioni di spesa, sia in riferimento al bilancio annuale che pluriennale, nonch� alla verifica periodica del complessivo stato di accertamento delle entrate e di impegno delle spese in connessione con le attestazioni di copertura finanziaria dallo stesso formulate, con riferimento agli atti di impegno della spesa. In definitiva il bilancio previsionale presenta tali connotati essenziali: si tratta di un bilancio autorizzatorio , finanziario e di competenza. Il bilancio di previsione deve essere deliberato entro il 31 dicembre. L�art 162 primo comma del T.U. oltre a prevedere la deliberazione annuale del bilancio di previsione finanziario redatto in termini di competenza, per l�anno successivo, prevede ai fini della redazione del bilancio l�osservanza dei principi di unit�, annualit�, universalit� ed integrit�, veridicit�, pareggio finanziario e pubblicit�. Il principio di unità: le entrate rappresentano un ammontare complessivamente destinato a finanziare tutte le spese, le entrate previste nel bilancio formano infatti un insieme indivisibile, non potendosi destinare il provento di una data entrata al finanziamento di una specifica spesa, salvo le eccezioni previste dalla legge (si ricordi, infatti, il vincolo di destinazione della entrate correnti al finanziamento delle spese di uguale natura e delle entrate straordinarie al finanziamento delle spese per investimenti). Il principio di annualità: l�unit� temporale della gestione � l�anno finanziario, che inizia il 1� gennaio e termina il 31 dicembre. Le entrate e le spese considerate si riferiscono al periodo amministrativo normalmente successivo al periodo durante il quale si quantificano le relative previsioni.

Anteprima della Tesi di Annalisa Arcai

Anteprima della tesi: L'Iva negli enti locali: il caso del Comune di Ozieri, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Annalisa Arcai Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4900 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.