Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La competitività come elemento fondante dell'economia industriale. Il caso Coca-Cola

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo Primo L’analisi della competitività e del vantaggio competitivo 1.3. L’analisi competitiva tradizionale Essere competitivi significa essere in grado di produrre strategie efficaci, capaci di creare valore 4 e di garantire livelli di redditività giudicabili soddisfacenti nel confronto con le performance raggiunte dai concorrenti. La competitività di un’impresa è funzione della sua capacità da un lato di reagire a fronte delle nuove situazioni che si presentano nell’ambiente in cui opera, dall’altro di avere una progettualità di lungo periodo. Ciò comporta un difficile studio dell’ambiente competitivo al fine di stabilire le politiche e gli obiettivi in grado di migliorare la performance aziendale rispetto al passato e alle imprese concorrenti. Il primo contributo rilevante in ambito concorrenziale è da attribuirsi all’analisi com- petitiva introdotta da PORTER. Lo studioso ha infatti raccolto un’interessante analisi del- la competizione economica e dei fenomeni collegati ( configurazione di mercato, strate- gie delle imprese, ruolo dello Stato, dimensione internazionale) in vari lavori 5 . Uno dei pilastri di tale modello è l’ipotesi che ogni settore sia riconducibile ad una precisa struttura economica capace di spiegare il grado di competizione sia intra che in- tersettoriale 6 . L’intensità della competizione determina la potenziale redditività di una specifica arena competitiva; conseguentemente, nei settori in cui le “cinque forze com- petitive” di PORTER 7 , cioè le nuove entrate, le minacce di sostituzione, il potere degli acquirenti, il potere dei fornitori e la rivalità tra i concorrenti, sono nel loro insieme for- ti, il potenziale in termini di redditività è più ridotto di quanto non si verifichi in quelli in cui queste risultano più deboli. 4 RAPPAPORT A., Le strategie del valore: le nuove regole della finanza aziendale, Franco Angeli, Milano, 1989. 5 PORTER M. E., La strategia competitiva. Analisi per le decisioni, op. cit.; PORTER M. E., Il vantaggio competitivo, op. cit. 6 DE LEO F., Le determinanti del vantaggio competitivo: il contributo della resurce-based view, EGEA, Milano, 1995. 7 PORTER M. E., La strategia competitiva, op. cit., pag. 13.

Anteprima della Tesi di Laura Gasparella

Anteprima della tesi: La competitività come elemento fondante dell'economia industriale. Il caso Coca-Cola, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Laura Gasparella Contatta »

Composta da 245 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11954 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.