Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Knowledge Management: ripensare l'impresa come piattaforma di conoscenze

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

manageriali relativi a questa disciplina che, sebbene nata di recente, è oggetto di innumerevoli studi appartenenti a matrici diverse, tra cui quella sociologica, quella organizzative e quella tecnologica. A tal proposito, questo lavoro cerca, per quanto possibile, di dare una visione unitaria ed il più oggettiva possibile riguardo il Knowledge Management, attraverso l’integrazione dei principi su cui poggiano le diverse impostazioni. Proseguendo con una logica introduttiva, il primo capitolo descrive anche il contesto temporale ed ambientale in cui nasce questa disciplina, al fine di farne comprendere le ragioni essenziali. Verrà perciò esposta una premessa storica all’ambiente in cui nasce e si sviluppa la disciplina del Knowledge Management. A partire dall’assetto industriale degli inizi del secolo, quale risultato della rivoluzione industriale dell’800, si toccheranno brevemente i passaggi evolutivi più importanti avvenuti nel XX secolo, per arrivare a descrivere le tendenze in atto e le caratteristiche fondamentali dell’Era della Conoscenza. Il secondo capitolo si pone come premessa concettuale ad una successiva analisi delle implicazioni manageriali del Knowledge Management. L’opinione sostenuta in questo lavoro è che la conoscenza costituisce la risorsa immateriale su cui l’impresa basa il suo funzionamento. Essa è anzitutto, usando le parole di Vicari, un sistema cognitivo, in quanto è in grado di funzionare sulla base della propria conoscenza; in secondo luogo, l’impresa è un sistema cognitivo di tipo autopoietico in quanto è in grado di alimentare continuamente la conoscenza di cui è dotato, al pari di ogni sistema vivente. E proprio come tale, il sistema cognitivo impresa evolve, si sviluppa. Ciò che permette questa crescita è la creatività. Per l’organizzazione, la creatività inoltre non è la semplice somma della creatività dei singoli individui e viene stimolata dall’esistenza di “perturbazioni”, ovvero di situazioni di disequilibrio che spingono l’impresa a liberare tutte le energie che esistono al suo interno. Ultimo importante concetto del secondo capitolo è che la creazione di valore – lo scopo ultimo dell’impresa – viene intesa come quel processo di creazione, accumulo, riproduzione ed incremento della conoscenza. Da ciò ne deriva che creazione di valore e creazione di conoscenza sono la stessa cosa. Tale principio costituisce il punto di partenza del terzo capitolo, il quale cerca di creare un collegamento tra l’impostazione di Vicari ed il modello di creazione della

Anteprima della Tesi di Silvia Cantamessa

Anteprima della tesi: Knowledge Management: ripensare l'impresa come piattaforma di conoscenze, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Cantamessa Contatta »

Composta da 240 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8253 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 51 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.