Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli immigrati e il mercato del lavoro in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 del Mezzogiorno rappresenta, in quegli anni circa il 37 per cento di tutta la popolazione del paese. La terza fase coincide con gli eventi bellici della prima guerra mondiale, ed è caratterizzata da una forte contrazione dell’emigrazione. La quarta fase si apre con la fine del conflitto e si prolunga fi- no al 1930. Essa precede la piena attuazione della politica antimigratoria del governo fascista, politica applicata gradualmente sin dal 1924 e pienamente a partire dal 1928 e i cui effetti si vanno a sommare a quelli della grande crisi economica del 1929 che determina una forte riduzione delle possibilità di inserimento dei lavoratori emigrati. Nel 1920 si verificano più di 600 mila espatri. Negli anni successivi, ad eccezione di alcuni rialzi tra il 1922 e il 1924 e nel 1930, prevale un trend progressivamente decrescente, con una media annua di espatri nell’intero periodo di 290 mila unità. Negli anni trenta, che costituiscono la parte iniziale della quin- ta fase che si concluderà con la fine del secondo conflitto, la poli- tica antimigratoria introdotta dal fascismo rappresenta il fattore determinante nel calo del fenomeno. In questi quindici anni si ve- de una emigrazione molto ridotta, senza considerare la migrazio- ne quasi forzata di almeno 485 mila lavoratori italiani in Germa- nia durante il periodo bellico. Dopo il secondo conflitto mondiale, l’emigrazione riprende con rinnovato vigore, anche se su livelli più contenuti rispetto ai massimi registrati ad inizio secolo. La ripresa dell’emigrazione fu

Anteprima della Tesi di Monica Silvina Potenziani

Anteprima della tesi: Gli immigrati e il mercato del lavoro in Italia, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Monica Silvina Potenziani Contatta »

Composta da 272 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16715 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 33 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.