Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gilles Deleuze e l'eterno ritorno di F. Nietzsche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La pubblicazione delle due tesi di dottorato («come prevedeva a quel tempo l’ordinamento universitario francese» 8 ), la prima (considerata il capolavoro teoretico), sotto la direzione di M. de Gandillac, dal titolo Differenza e ripetizione 9 e la seconda, sotto la direzione di F. Alquié, Spinoza e il problema dell’espressione 10 , gli valgono la nomina di professore nel 1969. Pubblica contemporaneamente un’altra opera destinata ad attirare l’interesse degli ambienti specializzati, Logica del senso 11 , che presenta delle innovazioni a livello formale. Grazie all’interessamento del suo amico Michel Foucault otterrà la cattedra nell’università di Paris VIII-Vincennes, ateneo di carattere sperimentale, che estendeva il discorso filosofico anche ai non addetti ai lavori, rispondendo ad un’esigenza sempre viva nel pensatore Deleuze, preoccupato di parlare anche a coloro che non avevano una formazione filosofica. Nel corso degli anni Settanta la collaborazione con lo psichiatra francese Félix Guattari (1930-1992), e la pubblicazione delle opere, frutto del sodalizio, L’anti- Edipo 12 e Millepiani 13 , darà al filosofo la fama anche in ambito internazionale, specie nel mondo anglosassone. Attraverso una critica serrata della psicanalisi, i due autori, inoltre, giungeranno, molto più tardi, all’opera, di stampo quasi pedagogico, Che cos’è la filosofia? 14 , in grado di chiarire la posizione nei riguardi 8 M. Guareschi, Gilles Deleuze…, pag. 20. 9 L’opera verrà pubblicata nel 1968: G. Deleuze, Différence et répétition, PUF, Paris 1968; tr. it. G. Guglielmi, Differenza e ripetizione, Il Mulino, Bologna 1971. La trattazione in essa contenuta si orienta attorno al problema della “pura” differenza, spingendola agli esiti più estremi. 10 G. Deleuze, Spinoza et le problème de l’expression, Minuit, Paris 1968; tr. it. S. Ansaldi, Spinoza e il problema dell’espressione, Quodlibet, Macerata 1999. 11 G. Deleuze, Logique du sens, Minuit, Paris 1969; tr. it. M. de Stefanis, Logica del senso, Feltrinelli, Milano 1975. Si tratta di un volume strutturato su diverse serie di paradossi sul rapporto tra senso e non-senso, simili a percorsi frammentati, dotate nel medesimo tempo, e secondo lo stile tipico dell’autore, di una propria autonomia. 12 G. Deleuze- F. Guattari, L’Anti-Œdipe. Capitalisme et schizophrénie, Minuit, Paris 1972; tr. it. A. Fontana, L’Anti-Edipo. Capitalismo e schizofrenia, Einaudi, Torino 1975. 13 G. Deleuze- F. Guattari, Mille Plateaux. Capitalisme et schizophrénie, Minuit, Paris 1980; tr. it. Mille piani. Capitalismo e schizofrenia, Istituto della Enciclopedia italiana, Roma 1987. 14 G. Deleuze-Guattari, Qu’est-ce que la philosophie?, Minuit, Paris 1991; tr. it. A. De Lorenzis, Che cos’è la filosofia?, Einaudi, Torino 1996.

Anteprima della Tesi di Luca De Nicola

Anteprima della tesi: Gilles Deleuze e l'eterno ritorno di F. Nietzsche, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luca De Nicola Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11090 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.