Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Visual arts. Dall'idea ai finanziamenti pubblici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

tale efficienza consenta la diffusione massima, e che la massima diffusione possibile della conoscenza artistica coincida con l’effetto di benessere collettivo desiderato”. 13 E’ chiaro però che il “Bene Artistico” non può essere analizzato alla stregua di un qualsiasi altro bene di consumo osservando semplicemente le relazioni tra domanda e offerta. Il bene artistico è un bene “complesso”, la cui fruizione presuppone una seppur minima conoscenza dei presupposti estetici e filosofici, un bene i cui costi di “approvvigionamento” diminuiscono man mano che si “acquistano” quantità aggiuntive del bene stesso. Analiticamente potremmo immaginare una Curva di Apprendimento lungo la quale si muove il nostro consumatore tipo. 13 Spranzi: (1994), “Arte & Economia” Egea.

Anteprima della Tesi di Mauro Juvara

Anteprima della tesi: Visual arts. Dall'idea ai finanziamenti pubblici, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mauro Juvara Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2171 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.