Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'analisi sensoriale degli oli vergini di oliva: aspetti storici, legislativi e tecnico scientifici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 La cultura dell’olivo e dell’olio L�olivo nasce quasi seimila anni fa, durante l�et� del Rame, dall�incrocio fra un cespuglio spinoso dai frutti piccoli, con nocciolo grande e poca polpa (l�oleastro oggi identificato con l�Olea Africana), con un�altra specie, sconosciuta, dal quale ha ereditato l�oliva carnosa e con maggiore quantit� di olio. Malgrado sia la coltura peculiare delle regioni mediterranee le sue origini, secondo la versione pi� accreditata, sono da recarsi in Asia occidentale e precisamente nella regione compresa tra i rilievi a sud del Caucaso ed ad ovest dell�altopiano iraniano, dove, circa 6000 anni fa si dedicavano alla sua coltura i popoli semitico- camiti. Diffusasi sulle coste della Palestina e della Siria la coltivazione dell�olivo e del suo olio si estese successivamente a quelle dell�Asia minore, dell�Egitto dove la sua coltivazione � attestata in siti archeologici risalenti al 3500 a.C., alle isole Egee, ai territori della Grecia, alla penisola iberica e a tutto il Nord dell'Africa. Pur conosciuto e apprezzato dai Babilonesi, come risulta dal codice di Hammurabi che ne regolava l�uso e il commercio gi� nel 2500 a.C.

Anteprima della Tesi di Annalisa Di Felice

Anteprima della tesi: L'analisi sensoriale degli oli vergini di oliva: aspetti storici, legislativi e tecnico scientifici, Pagina 4

Tesi di Master

Autore: Annalisa Di Felice Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4524 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.