Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'opera narrativa di Catherine Breillat

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione PARTE SECONDA. DAL ROMANZO INTIMISTA ALLA PORNOCRAZIA. Introduzione. Mentre la prima parte della carriera letteraria di Catherine Breillat può considerarsi concentrata nelle opere giovanili, come L'Homme facile e Les Vêtements de Mer, scritte nei primi anni Settanta, i romanzi successivi coprono il ventennio che va dal 1979, anno della pubblicazione di Tapage Nocturne, al 2001, anno in cui è uscito il suo ultimo lavoro, intitolato Pornocratie 6 . Rispetto alle prime esperienze, si nota il passaggio di un lasso di tempo maggiore tra un romanzo e l’altro, giustificato dal suo impegno sempre più importante nel mondo del cinema, in qualità di regista. Anche negli argomenti affrontati e nei generi risulta evidente una maggiore varietà, in quanto si spazia da un romanzo intimista e dalle atmosfere quasi claustrofobiche come Tapage Nocturne a uno poliziesco come Police che, peraltro, resterà l’unico esempio di letteratura di genere nella sua produzione narrativa. Il fatto che entrambi questi romanzi siano stati concepiti per essere poi trasposti al cinema 7 conferma, da un lato, la necessità di sperimentare tematiche sempre diverse per non creare un’eccessiva ripetitività e, dall’altro, sottolinea l’importanza del cinema nella vita di Catherine. Il compromesso che le permette di coniugare le due carriere, portandola ad effettuare qualche cambiamento stilistico rispetto alle opere giovanili, non le impedisce però di continuare un discorso incentrato sull’analisi delle problematiche legate alla sessualità femminile e al difficile rapporto tra i sessi: ad esempio, è per questo che, anche in un romanzo poliziesco come Police, non manca lo sviluppo di una storia di passione ed erotismo tra i due protagonisti. Dopo 36 fillette, trascorrono più di dieci anni in cui la Breillat tralascia completamente la scrittura, tanto che l’opera che segna il suo ritorno risale al 2000: si tratta di Le Livre du plaisir, una sorta di antologia di testi erotici che hanno contribuito alla formazione culturale dell’autrice e che vengono suddivisi in una serie di capitoli, ognuno dei quali è dedicato ad un tema riguardante la sessualità. Riferendosi ai vari tipi di piacere raggiungibili attraverso il sesso, la Breillat riunisce una grande varietà di autori molto diversi tra loro, 6 Di questo periodo, fanno parte anche due romanzi dedicati al tema dell’adolescenza, Une vraie jeune fille (1974) e 36 fillette (1988), che saranno analizzati in modo specifico nella terza parte della tesi. 7 Entrambi hanno infatti la loro origine nella scrittura cinematografica, in quanto sono stati concepiti inizialmente come sceneggiature.

Anteprima della Tesi di Elisa Debbi

Anteprima della tesi: L'opera narrativa di Catherine Breillat, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Elisa Debbi Contatta »

Composta da 242 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3228 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.