Skip to content

Sistemi di sospensione attiva con molle ad aria per autoveicoli

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione cassa: si tratta però di un dispositivo molto complesso da realizzare e che richiederebbe comun- que un’eccessiva energia per funzionare. Solo la Lotus ha effettuato degli studi in questo campo, realizzando per alcuni anni sospensioni di questo genere, che poi non hanno avuto seguito, nep- pure presso altre Case, per problemi di costi, affidabilità, consumi energetici. Attualmente, si parla di sospensioni attive quando sono presenti elementi elastici o smorzanti con caratteristiche variabili, spesso associati ad altri elementi si tipo tradizionale; in questo caso sareb- be più corretto adottare la definizione di sospensioni semi-attive, o adattative, in quanto si tratta di sistemi adattabili ma sostanzialmente analoghi agli omologhi passivi. In termini più rigorosi, le so- spensioni si classificano come attive, semi-attive o adattative in base alla potenza assorbita ed alla frequenza di attuazione, che sono molto elevate per le prime e molto basse per le ultime (nulle per le sospensioni passive). La soluzione più semplice, che si pone come obiettivo il miglioramento del comfort, è l’impiego di ammortizzatori con smorzamento variabile, in modo discreto (alcuni livelli predefiniti) o con- tinuo; si utilizzano classici ammortizzatori ad olio, ma con sistemi di valvole regolabili, oppure, a livello di ricerca, fluidi reologici, che variano la propria viscosità in base all’azione di campi ma- gnetici esterni. Sta diventando sempre più diffuso anche l’impiego di elementi elastici con caratteristiche regola- bili, che fanno uso di tecnologie diverse tra di loro: l’ABC (Active Body Control ) della Mercedes prevede molle elicoidali sovrastate da attuatori idraulici, che modificano il precarico delle molle e gestiscono l’assetto del veicolo; il sistema Adaptive Air Suspension dell’Audi è costituito da molle pneumatiche a rigidezza variabile, mentre la BMW ha scelto la regolazione attiva delle due barre antirollio (Active Roll Control, ARC ) per migliorare il comportamento stradale. Questi sono solo alcuni tra i più noti sistemi attualmente in produzione, ma non bisogna dimenticare il contributo di altre Case, come per esempio la Citroën, nota per l’impiego, a lungo esclusivo, di sospensioni pneumatiche. Suoi i primi sistemi di controllo delle caratteristiche delle molle ad aria, inizialmente con automatismi di tipo meccanico e idraulico (sospensioni idropneumatiche), poi con l’utilizzo dell’elettronica. 1.2. Obiettivi della tesi Lo scopo del lavoro è la definizione delle logiche di controllo e di attuazione di un sistema di so- spensioni attive, realizzato con molle ad aria, da montare su una vettura di classe media, l’Alfa Romeo 156, della quale è disponibile un modello matematico realizzato in ambiente Simulink. Questo modello, realizzato nel Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Torino, consente la simulazione del comportamento dinamico del veicolo ed è stato largamente impiegato per l’implementazione di strategie di controllo dei principali sistemi attivi di ausilio alla guida. Dopo alcuni richiami dei concetti fondamentali della Meccanica del Veicolo e una prima fase di prove sul modello di partenza, per definire l’influenza dei vari parametri oggetto del controllo, viene descritta la logica di controllo delle sospensioni attive che è stata aggiunta al modello, ed in- tegrata con le logiche degli altri sistemi. Gli obiettivi perseguiti nel definire le logiche di intervento delle sospensioni attive sono moltepli- ci, in quanto esse sono in grado di modificare completamente sia il comportamento stradale che il grado di comfort di un’autovettura. Si è cercato di migliorare il comportamento stradale, sia per quanto riguarda la sicurezza nel caso di manovre brusche, sia in termini di prontezza di risposta e di gradevolezza di guida nelle situazioni più comuni. Anche al miglioramento del comfort di mar- cia è stata dedicata una certa attenzione, e ciò ha richiesto una revisione del modello, che è stato 2
Anteprima della tesi: Sistemi di sospensione attiva con molle ad aria per autoveicoli, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Sistemi di sospensione attiva con molle ad aria per autoveicoli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Serrao
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Meccanica
  Relatore: Mauro Velardocchia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 132

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autotelaio
pneumatica
sospensioni
sospensioni attive
autoveicoli
veicoli
meccanica dei veicoli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi