Skip to content

Analisi degli aspetti tecnici e comunicativi dello spamming sulla base di informazione documentaria e di test effettuati in rete

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione 2 messaggio e-mail ogni sei è spam3 e, dal 2007, ogni americano potrebbe ricevere 3.600 messaggi di spam all’anno. È comunque difficile trovare delle statistiche attendibili, data la natura decentralizzata di Internet. Tuttavia, confrontando numerose fonti si ottiene la conferma di questa tendenza. Sono in molti a prevedere che nel corso dei prossimi anni lo spam sarà uno dei problemi più visibili dello sviluppo di Internet. È però uno dei molti problemi di Internet, e probabilmente nemmeno uno dei più gravi: i problemi etici relativi alla privacy e alla sicurezza sono meno spettacolari ma richiedono riflessioni politiche di maggior spessore. Non possiamo permetterci di sottovalutare questo problema e di considerare questi messaggi solo un fastidio: lo spamming genera un effettivo danno economico a tutti gli attori coinvolti professionalmente e privatamente nell’uso di Internet. Utenti e provider rischiano di subire una vera inondazione che compromette i sistemi tecnici e impedisce un flusso di comunicazioni confortevole. È quindi più di un fastidio trascurabile. La pericolosità del fenomeno deriva dal numero dei soggetti che inviano spam, che può essere molto elevato a causa dei bassi investimenti necessari all’invio. Il fenomeno si differenzia da quelli che analo gamente accadono nel mondo reale, il mondo fuori da Internet, fatto di carta e di telefoni. Nel mondo reale, il mittente deve sopportare dei costi non indifferenti mentre su Internet la maggior parte delle spese ricadono sui destinatari e sugli intermediari, senza che questi abbiano la possibilità di opporsi. In questa analisi, ho preso in considerazione soltanto lo spamming via e-mail, occupandomi secondariamente di quello sui gruppi di discussione Usenet che, pur presentando alcune analogie tecniche, resta comunque un fenomeno differente. Altri fenomeni, che talvolta vengono definiti spamming per via di una certa somiglianza, ma che mantengono una differenza sostanziale soprattutto sul lato tecnico, non verranno trattati. Mi riferisco in particolare allo spamming che arriva tramite programmi di chat dedicati o tramite telefono cellulare. Durante la stesura della memoria ho cercato di descrivere il fenomeno e di proporre i mezzi per combatterlo, mantenendo il punto di vista dell’utente finale e quello degli intermediari. Inizialmente mi sono concentrato sulle contromisure, tecniche e legali, ma presto ho compreso che non sarebbe stato possibile affrontare il fenomeno senza definirlo adeguatamente. E questo si è rivelato un compito più importante del previsto: se è abbastanza semplice riconoscere un messaggio di spam, non è così scontato darne una definizione formale abbastanza precisa da circoscrivere il fenomeno senza essere troppo restrittiva. I siti delle organizzazioni anti-spam forniscono definizioni diverse, a volte in contraddizione tra loro. È necessario arrivare a una definizione unica, accettata da tutti, se si vuole combattere con successo lo spamming 3 Redazione Punto Informatico , Sorpresa..? Un'email su sei è spam , 18 ottobre 2002, in Punto Informatico, http://punto- informatico.it/p.asp?i=41819 (consultato il 20 dicembre 2002).
Anteprima della tesi: Analisi degli aspetti tecnici e comunicativi dello spamming sulla base di informazione documentaria e di test effettuati in rete, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Analisi degli aspetti tecnici e comunicativi dello spamming sulla base di informazione documentaria e di test effettuati in rete

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Fare
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: null
  Università: Università della Svizzera italiana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 139

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi