Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Influenza delle nuove tecnologie digitali sul cinema contemporaneo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 1.2.1 Il pixel La grandezza discreta propria del digitale è il cosiddetto pixel, ovvero picture element. Il pixel può essere definito come il “componente elementare di una figura, che può essere visualizzata mediante le coordinate fissate da un programma di elaborazione grafica”. 2122 Più semplicemente potremmo dire che si tratta dell’unità base di una qualsiasi immagine digitale. Per definirlo è necessario, oltre alle coordinate, conoscere anche il suo colore, e questo, essendo il pixel una grandezza discreta, è programmabile. In particolare il colore di un pixel sul display di un computer è la risultante di un algoritmo, cioè un’insieme di criteri che, impostati determinati parametri, dà il via ad una elaborazione che porterà ad un risultato: questo, nel nostro caso, è proprio il colore del pixel. I parametri che servono ad avviare l’algoritmo sono i tre colori primari (rosso, giallo e blu) dai quali è possibile ricavare praticamente tutti i colori dello spettro visibile. I computer possono oggi rappresentare circa 16 milioni di colori. La serie completa di pixel di uno solo dei tre colori è detta canale, e oltre ai tre canali fondamentali, ce ne può essere un quarto che descrive la trasparenza dei pixel. Questo canale si chiama matte-channel ed è una sorta di maschera, fondamentale in tutte le operazioni di compositing, come spiegheremo più avanti. Le dimensioni del pixel dipendono dalla risoluzione dello schermo, più questa è alta più il pixel ha dimensioni ridotte e permette ai disegnatori 21 Giacomo Devoto, Gian Carlo Oli, Il dizionario della lingua italiana, Firenze, Casa Editrice Felice Le Monnier, 1990.

Anteprima della Tesi di Andrea Boretti

Anteprima della tesi: Influenza delle nuove tecnologie digitali sul cinema contemporaneo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Andrea Boretti Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10784 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.