Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestire i dati per conoscere il cliente: utilizzo di database, data warehouse e data mining. Il caso Aton srl

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

III Il nodo centrale è costituito dall’integrazione dei dati provenienti dalle diverse fonti aziendali (database, documenti cartacei, materiale su web, …) e dal rafforzamento dei canali di comunicazione sia interni che esterni all’impresa. Raccogliere i dati in un sistema unico (il Sistema Informativo, SI) in cui le diverse componenti interagiscono e contribuiscono a vario titolo alla creazione del valore, ha come obiettivo quello di trasformare gli stessi dati in informazioni che siano utili non solo al Marketing, ma all’insieme delle funzioni aziendali. In questo contesto, e in particolare nella cura della “storia” del cliente, dei suoi comportamenti e delle sue preferenze, una posizione rilevante è assunta dal Customer Database (CDB) nato dall’esigenza di favorire processi di comunicazione focalizzati e mirati alla conoscenza del pubblico; il database è infatti uno strumento che raggruppa al suo interno i dati anagrafici, psicologici, comportamentali,… del cliente che, se opportunamente trattati ed organizzati, costituiscono la fonte dalla quale trarre informazioni. I dati sono appunto fondamentali per un’azienda e il loro volume sta aumentando in modo incontrollabile, tuttavia il vero valore è rappresentato dalla conoscenza che da questi si riesce a ricavare. A tale scopo sono apparsi degli strumenti di Business Intelligence di supporto alle decisioni (Decision Support System, DSS), di cui il Data Warehouse (DW) costituisce il cuore, che recuperano le informazioni dai SI; la possibilità di usufruire di un magazzino di dati come piattaforma, sulla quale inserire diversi tool di DSS, riuscire a raccogliere e organizzare l’insieme dei dati in un tutto unico (DW), ricercarne le relazioni e riuscire ad estrarre la conoscenza dagli stessi trasformandoli in informazioni e rendendoli strategici (Data Mining, DM) è senza dubbio la missione critica per ogni organizzazione. Seguendo quindi il processo descritto tramite la customer information value chain – flusso informativo sviluppato in azienda focalizzato al cliente, una volta definito il profilo del cliente tramite l’analisi e l’interpretazione delle informazioni inserite nel database e fruendo dei diversi strumenti di BI (in primo luogo DW e DM), l’impresa è in grado di realizzare prodotti e offerte personalizzate in perfetta sintonia con le logiche one-to-one. Sulla base di queste premesse teoriche, è stato interessante studiare una realtà aziendale in forte sviluppo, Aton S.r.l., che ho avuto modo di osservare in occasione dell’esperienza di stage vissuta all’interno dell’ufficio marketing che ha visto gli albori all’inizio dell’anno in corso.

Anteprima della Tesi di Monica Calesso

Anteprima della tesi: Gestire i dati per conoscere il cliente: utilizzo di database, data warehouse e data mining. Il caso Aton srl, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Monica Calesso Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4516 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.