Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Carta di Nizza e i rapporti di lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione La “Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea” – o più semplicemente “Carta di Nizza”, dalla città in cui è stata proclamata al termine del 2000 – segna un evento di paradossale discontinuità nel processo politico di costruzione dell’Europa. Cinquant’anni dopo la nascita della prima Comunità europea, quando l’integrazione economica degli Stati membri è ormai pressoché completata, continua a mancare l’essenziale. E’ ancora assente la società civile, il senso di una stessa identità, la possibilità di riconoscersi in valori largamente condivisi: ecco quindi emergere la necessità di rompere con la lunga evoluzione fino a quel momento seguita. L’obiettivo dichiarato non è di interrompere quel percorso, ma di dargli un’evoluzione più netta, coinvolgendo maggiormente la persona e ponendola al centro del progetto di unificazione dell’Europa. Le discontinuità della Carta sono di tre tipi: di metodo, con l’invenzione di un organismo completamente nuovo per la redazione; di sostanza, recuperando al cittadino – come accennato in precedenza – il ruolo di prim’attore; di tempi, azzardando un periodo incredibilmente breve per la definizione della nuova tavola dei diritti. Sono, infatti, diciotto i mesi che separano la proclamazione della Carta, nel dicembre

Anteprima della Tesi di Giovanni Luca Bertone

Anteprima della tesi: La Carta di Nizza e i rapporti di lavoro, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Luca Bertone Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5119 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.