Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La contrattazione collettiva dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

quale, facendo un espresso rinvio ai rapporti di cui all’art. 409 CpC, sancisce anche per quest’ultimi l’invalidità di rinunce o transazioni su diritti indisponibili derivanti da disposizioni inderogabili di legge e da contratti o accordi economici collettivi. Prima della riforma dell’art. 409 CpC, l’art. 2113 c.c. si applicava quindi ai soli rapporti di lavoro subordinato, mentre con la L. 533/’73 vi è stata un’estensione della norma, anche ai rapporti di lavoro para- subordinato. Per ciò che riguarda le norme sostanziali del lavoro subordinato, è fondamentale rimarcare come la giurisprudenza prevalente tenda ad escluderne l’applicabilità: in particolare si può sottolineare il costante orientamento della Corte di Cassazione teso ad escludere l’applicabilità dell’art. 36 Cost., dell’art 2 L. n. 604/’66 sulla forma scritta del licenziamento, della L. n. 230/’62 sui limiti ai rapporti a termine. Un ulteriore riferimento normativo che può contribuire a dare una contestualizzazione giuridica al rapporto di collaborazione coordinata e continuativa viene fornita dal legislatore con il Testo Unico delle imposte sui redditi del 1986 (Dpr 917/86). Esso all’art. 49 va ad assoggettare ai redditi di lavoro autonomo anche quei redditi “derivanti dagli uffici di amministratore, sindaco o revisore di società,….e da altri rapporti di collaborazione coordinata e continuativa” andando poi subito dopo a precisare che “si considerano tali i rapporti aventi per oggetto la prestazione di attività, non rientranti nell’oggetto dell’arte o professione esercitata dal contribuente…. che pur avendo contenuto intrinsecamente artistico o professionale sono svolte senza vincolo di subordinazione a favore di un determinato soggetto nel

Anteprima della Tesi di Daniele Bordigoni

Anteprima della tesi: La contrattazione collettiva dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Daniele Bordigoni Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4887 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.