Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli decisionali applicati alla scelta degli ospedali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Pagina 13 Avendo a che fare con due vettori degli attributi, z in e Sn, potrebbe essere una buona idea definire un nuovo vettore degli attributi x che includa sia z in e Sn. Rigorosamente possiamo scrivere: xin = h(z in, Sn) xjn = h(z jn, Sn) (1.17) dove con h(.) si indica una funzione vettoriale. A seguito di questo si può procedere a riscrivere la componente deterministica della nostra funzione d‘utilità nel seguente modo: Vin = V(xin) e (1.18) Vjn = V(xjn) A questo punto ci poniamo il seguente quesito: qual è la forma migliore che noi possiamo dare alla funzione V? Volendo avere una funzione che abbia delle proprietà di calcolo che permettano di stimare facilmente i parametri dai quali essa dipende, in molti casi è opportuno procedere a scegliere una funzione che sia lineare rispetto ai parametri. Indichiamo con b = [β1,β2,…,βK]’ Vin = b1xin1+b2xin2+…+bkxink , (1.19) Vjn = b1xjn1+b2xjn2+…+bkxjnk , Si nota immediatamente che entrambe le utilità hanno lo stesso vettore dei parametri, però come si vedrà nel seguito questo è solo una scelta notazionale, infatti definendo opportunamente i vari elementi di x si può dare ad ogni funzione d’utilità dei coefficienti differenti. Notare che la linearità rispetto ai parametri non e’ equivalente alla linearità rispetto a z in e Sn, in quanto la funzione h(.) che lega xin ai vettori z in e Sn può essere non lineare. Inoltre ci possiamo rendere conto che si è assunto che b = [β1,β2,…,βK]’ sono uguali per tutti i membri del nostro campione. Questa non è però una restrizione come potremmo pensare in quanto

Anteprima della Tesi di Alessandro Mazzanti

Anteprima della tesi: Modelli decisionali applicati alla scelta degli ospedali, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Mazzanti Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4478 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.