Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Messa a punto di un sistema di monitoraggio delle condizioni ambientali per la conservazione dei beni di interesse storico ed artistico. Lo Steri di Palermo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 CONSERVAZIONE DI BENI DI INTERESSE STORICO ED ARTISTICO “Nessuna opera d’arte durerà per sempre, ma, se protetta, potrà durare per secoli: uno dei compiti del responsabile della conservazione è quello di tenere le opere d’arte in un ambiente sicuro in cui i manufatti siano protetti nei confronti dei numerosi agenti di 1 degrado ” PREMESSA Numerosi e dettagliati studi sono stati effettuati o sono in corso di effettuazione sulle condizioni ottimali per la conservazione delle opere d’arte e sulle condizioni in cui effettivamente si trovano gli ambienti museali in Italia. Le opere d’arte sono giunte a noi attraverso i secoli nelle più svariate condizioni di conservazione, esposte agli agenti atmosferici interni ed esterni, senza alcuna cautela pro- tettiva. L’opera d’arte veniva eseguita per il godimento del mecenate che l’aveva commissionata, senza pensare affatto di lasciarla intatta alle generazioni future. A partire dall’Età dei Lumi, l’opera d’arte ha assunto un valore, non solo estetico, ma anche storico e culturale, e come tale si è posto il problema non solo del suo “godimento immediato”, ma del suo “godimento nel tempo”. Due sono quindi i momenti importanti per la vita del bene artistico: il restauro e la conservazione. Il restauro viene utilizzato per cercare di riportare allo stato iniziale l’opera, così come era stata concepita dall’autore. I sistemi di restauro oggi disponibili sono in grado di restituirci capolavori di valore assoluto, come la Cappella Sistina e il Tondo Doni di Michelangelo, o i dipinti di Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, nella brillantezza dei colori iniziale, così come erano stati concepiti dall’autore. Successivamente al restauro, la conservazione del bene deve garantire il mantenimento dell’opera d’arte in condizioni tali da impedire che il degrado inizi o continui nel tempo, ossia senza pericolo di degrado. 1 M. Filippi, Condizionamento dell’aria 4 Aprile 1994. 7

Anteprima della Tesi di Alessia Cusumano

Anteprima della tesi: Messa a punto di un sistema di monitoraggio delle condizioni ambientali per la conservazione dei beni di interesse storico ed artistico. Lo Steri di Palermo, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessia Cusumano Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1918 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.