Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sanità mondiale e proprietà intellettuale. Il futuro dell'accordo Trips relativo ai farmaci dopo il caso Sudafrica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 CAPITOLO 1 SANITA’ MONDIALE: SITUAZIONE ATTUALE E PROSPETTIVE FUTURE 1. INTRODUZIONE Esattamente venti anni orsono, nel luglio del 1982, faceva la sua comparsa sulla ribalta scientifica internazionale una sigla con la quale abbiamo ormai imparato a convivere: AIDS, acronimo (in inglese) di Sindrome da Immuno-Deficienza Acquisita 1 . In questi venti anni, il “morbo di fine millennio” ha mietuto milioni di vittime in tutto il mondo, ed allo stato attuale della ricerca i migliori farmaci a disposizione hanno ancora un’efficacia limitata nel combatterlo. Siamo ben lontani, pur in presenza di incoraggianti passi avanti, dal “vaccino” contro l’AIDS, e senza dubbio questa patologia è il problema principale col quale si è confrontata la sanità mondiale negli ultimi decenni. Dal punto di vista tecnico-scientifico, le ricerche sull’AIDS hanno per ora individuato alcuni fattori chiave nello sviluppo e nell’incubazione della malattia. I sintomi principali consistono in un rapido deterioramento delle difese immunitarie (immuno-deficienza); questo fenomeno rende il paziente vulnerabile ad infezioni di altre malattie (le cosiddette “opportunistic infections”) le quali, in condizioni di buona salute, potrebbero essere facilmente contrastate dal sistema immunitario. Il rapido diffondersi della malattia fu immediatamente associato ad un agente infettivo trasmissibile, poi isolato nel 1984 come virus HIV (Human Immunodeficiency Virus) in maniera indipendente e contemporanea in Francia, dal professor Luc Montagnier dell’Istituto Pasteur di Parigi, e negli Stati Uniti, dal professor Robert Gallo del National Cancer Institute di Bethesda. Il virus HIV ha tempi di incubazione abbastanza 1 La definizione di AIDS è dovuta al Dr. Bruce Voeller, che per primo nel 1982, nel corso di un congresso promosso dalla Food and Drug Administration statunitense, propose questa denominazione.

Anteprima della Tesi di Francesco Longu

Anteprima della tesi: Sanità mondiale e proprietà intellettuale. Il futuro dell'accordo Trips relativo ai farmaci dopo il caso Sudafrica, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesco Longu Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5043 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.