Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tempo, memoria e impulso antinarrativo in Yama no oto di Kawabata Yasunari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

con la sua ricerca interiore per vincere il passare inesorabile del tempo e l�avvicinarsi della morte, da un lato attraverso il meccanismo della memoria, dall�altro per il tramite di fantasie o sogni, che lo portano perlomeno idealmente a ritrovare la propria giovent� e ricuperare la virilit�. Il secondo meccanismo � la prosa stessa di Kawabata, fatta di frequenti interruzioni, di flashback, di salti temporali e di associazioni che rompono il continuum narrativo e perci� lo scorrere del tempo del romanzo. Il principio che � stato seguito nell�effettuare le traduzioni dall�originale che accompagnano questo lavoro � quello di restituire, prima che la linearit� della prosa di Kawabata, la sua frammentazione e l�uso sostenuto di ripetizioni. Nei dettagli, si � scelto di rispettare, laddove possibile, la punteggiatura dell�originale e i suoi capoversi. L�intento � stato quello di mostrare al lettore che non avesse dimestichezza con la lingua giapponese come graficamente pu� risultare l�originale. Il giapponese, infatti, si scrive da destra verso sinistra e dall�alto verso il basso. Kawabata usa spesso, con evidenti intenti semantici, capoversi separati tra loro che restituiscono un maggiore senso di frammentazione e di vuoto tra i paragrafi che le traduzioni, normalmente, tendono a colmare. La versione cos� ricavata, perci�, non vuole assolutamente sostituirsi a quelle pregevoli gi� esistenti in italiano e in inglese. Infatti in ogni nota � presente un riferimento non solo all�originale, ma anche alle versioni di Edward Seidensticker, di Atsuko Ricco Suga e la recentissima riedizione di quest�ultima traduzione, al fine di consentire una pronta comparazione e integrazione. Per tutti i saggi citati all�interno del testo o nelle note si � scelto di presentare una traduzione in italiano, laddove necessaria. Un discorso a parte meritano gli schemi temporali. L�intento della loro redazione � quello di servire da linee generali per poter istituire relazioni, collegamenti e paralleli tra le varie parti dei singoli capitoli e di capitoli diversi. Il

Anteprima della Tesi di Giorgio Boccia

Anteprima della tesi: Tempo, memoria e impulso antinarrativo in Yama no oto di Kawabata Yasunari, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giorgio Boccia Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1515 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.