Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Implementazione di una libreria Mpi-like per una scheda proprietaria multi-Dsp

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 5 Il progetto PCPR-PRASSI non pone rigidi vincoli progettuali per la realizzazione della interfaccia MPI-like; è stato quindi indispensabile rendere il progetto il più flessibile possibile, mettendo a disposizione dell’utente parametri tunabili 16 , in modo da tarare il sistema a seconda delle proprie necessità e facilitare il successivo apporto di modifiche al sorgente (la struttura a strati è la risposta ottimale a quest’ultimo vincolo). E’ possibile, per l’utilizzatore, agire sulla dimensione delle code di bufferizzazione in ricezione e trasmissione dei messaggi elementari, intimamente legate al variare della banda passante del sistema di comunicazione. L’utente, conoscendo le dimensioni tipiche dei messaggi che intende utilizzare, potrà agire su tale parametro, adattando il sistema alle proprie necessità (4.4). E’ possibile orientare MPI-PCPR verso algoritmi che utilizzano con alta frequenza le comunicazioni e verso quelli che raramente comunicano. Si agisce rallentando o aumentando la frequenza di esecuzione del gestore dei messaggi (SPORTI), il che porta ad un minore o maggiore utilizzo della CPU a scapito del programma utente (5.4.3). Se il sistema è tarato in modo da risultare più orientato verso le comunicazioni, impiegherà più CPU-time per la loro gestione, tempo che sarà sottratto a quello di elaborazione utente. Se invece il sistema viene tarato in modo da far sfruttare al massimo il DSP al programma utente, si rallenterà la gestione delle comunicazioni, con relativo peggioramento delle performance. Scopo di questa tesi è la implementazione, l’ideazione di un modello teorico e lo studio sperimentale, di una interfaccia ispirata allo standard MPI per la comunicazione tra processi eseguiti in parallelo, su una scheda proprietaria multi-DSP Innanzitutto nel capitolo 1, vengono descritte le finalità del progetto PRASSI, diventato progetto PCPR all’interno della Nergàl S.r.l. Nel capitolo 2 viene introdotto lo standard della comunicazione di messaggi tra processi paralleli, MPI; se ne illustrano i concetti fondamentali, soffermandosi sulle diverse modalità di comunicazione; si introducono brevemente alcune realizzazioni già esistenti di MPI (LAM e MPI-CH) evidenziandone l’impossibilità di porting sulla scheda PCPR1. 16 regolabili in base all’esigenza dell’utente;

Anteprima della Tesi di Vito Centonze

Anteprima della tesi: Implementazione di una libreria Mpi-like per una scheda proprietaria multi-Dsp, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Vito Centonze Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1491 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.