Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le obbligazioni bancarie: profili normativi e implicazioni gestionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAP. I – IL QUADRO NORMATIVO DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE applicano gli art. 2365, 2410, 2415, 2417, 2418 e 2419 cod. civ.”, e tale disposizione e poi estesa, per effetto del successivo comma, “alle società bancarie operanti a breve termine, quando congiuntamente esercitino, a norma dell’art. 2 comma 2, il credito a medio e lungo termine” La nuova normativa, pertanto, pur non incidendo significativamente sulla distinzione tra operatività a medio e lungo termine, in relazione alla possibilità di utilizzare lo strumento obbligazionario, introduce una disciplina peculiare del prestito obbligazionario bancario che esclude una parte significativa della disciplina societaria, ed in particolare quella riguardante la competenza dell’assemblea straordinaria in ordine alle delibere sull’emissione di obbligazioni, nonché le norme caratterizzanti l’organizzazione degli obbligazionisti. La norma, quindi, più che sui profili relativi alla disciplina dei titoli di credito, incide sul rapporto tra organizzazione societaria ed emissione obbligazionaria, rimarcando la diversa importanza che il prestito ha nella società bancaria. A tal proposito si richiama la disciplina comunitaria del credito e in particolare: - la direttiva comunitaria del 12 dicembre 1977, n. 780, per ciò che riguarda la provvista dove si sottolinea che l’attività bancaria consiste “nel raccogliere fondi rimborsabili presso il pubblico sia sotto forma di depositi che sotto altre forme, quali l’emissione continua di obbligazioni e di altri titoli compatibili”; - la successiva direttiva 89/646, che conferma l’emissione obbligazionaria nella tipica forma di raccolta bancaria.

Anteprima della Tesi di Andrea Orfino

Anteprima della tesi: Le obbligazioni bancarie: profili normativi e implicazioni gestionali, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Orfino Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3475 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.