Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le obbligazioni bancarie: profili normativi e implicazioni gestionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAP. I – IL QUADRO NORMATIVO DELLE OBBLIGAZIONI BANCARIE raccolta con certificati di deposito con scadenza compresa tra 18 e 60 mesi; c) le obbligazioni 2 . Alla luce del suddetto art. 2, il regime civilistico risultava arricchito dall’obbligo della preventiva autorizzazione della Banca d’Italia; autorizzazione non che non risulta definita da precise disposizioni. Si scrive pertanto, che il “il controllo preventivo” sugli aumenti di capitale e sulle emissioni di obbligazioni “degli enti raccoglitori di risparmio a medio e lungo termine si spiega col fatto che, nelle operazioni di credito a medio e lungo termine, l’erogazione dei mutui e le corrispondenti emissioni di titoli avvengano prima che questi abbiano trovato collocamento sul mercato, mentre, nelle operazioni di credito a breve, le erogazioni di fidi avvengano dopo che le aziende hanno acquistato i mezzi necessari attraverso i depositi”. 3 Con l’autorizzazione la Banca d’Italia perseguiva una molteplice finalità 4 : a) valutare, nel patrimonio della banca emittente, il rapporto tra i mezzi propri e capitale di credito; b) controllare l’operatività degli istituti; c) quantificare il volume dei fondi intermediati dagli istituti; d) orientare i flussi finanziari verso determinati comparti del mercato del credito a media e lunga durata; e) determinare le caratteristiche tecniche delle obbligazioni. Gli interventi sul mercato dell’Istituto di Vigilanza, infatti, si sono costantemente verificati sul livello di rendimento dei titoli per determinare il livello massimo di rendimento effettivo lordo nel caso 2 D. Cardelli, Obbligazioni e titoli di deposito emessi dalle banche,in La nuova legge bancaria, a cura di P. Ferro Luzzi e G. Castaldi, tomo 1, Milano, 1996, p. 303. 3 C. M. Pratis, La disciplina giuridica delle aziende di credito, Milano, 1972. 4 G. Fauceglia, Le obbligazioni emesse dalle banche, Giuffrè, Milano, 2000.

Anteprima della Tesi di Andrea Orfino

Anteprima della tesi: Le obbligazioni bancarie: profili normativi e implicazioni gestionali, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Orfino Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3475 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.