Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un giornale per emigranti: ''La Voce di Fossacesia''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

genio del signor Francesco. A Torino si svolgeva una fiera campionaria concernente alcune nuove macchine industriali. Egli si trovava lì in visita ad alcuni parenti emigrati nel Nord Italia ricco e produttivo, aveva prontamente notato e gli era subito piaciuta una avveniristica, per i tempi, macchina rotativa tedesca, che acquistò all'istante. Il suo utilizzo permise di valorizzare la stampa e di renderla più tempestiva e meno dispendiosa (Fig. 4). Fig. 4 Rotativa ad alta velocità del 1951 Mi risveglio da questo viaggio temporale nei luoghi e nelle immagini di una geniale intuizione. Mi accorgo che è passata tutta la mattinata, devo togliere il disturbo. Dalla cucina già escono gli odori tipici della buona cucina frentana. Di corsa rimetto a posto i miei appunti e saluto cordialmente quel tale archivio storico umano che avevo di fronte. Ma il professor Policella, ancora non sazio dei ricordi che mi aveva dispensato, mi mostra alcune foto: uomini distinti in smoking insieme a donne con abiti lunghi da sera che danzano in una balera. In lontananza si intravede la sagoma robusta di un noto sportivo dell'epoca. Mi domanda se lo riconosco, ma io non riesco a immaginare chi poteva essere. Mi fa vedere un'altra foto in cui egli era in ripreso in primo piano con Gino Bartali. "E' un'edizione del "Galà dell'Amicizia", una festa che organizzavamo ogni estate al rientro di alcuni emigranti nella loro Fossa e in cui invitavamo personaggi famosi di quegli anni; Alessandro (Fantini) era molto amico di Bartali". Approfitto della quiete dell'ora di pranzo per girovagare indisturbato per il paese. Squarci caratteristici del tempo che furono si alternano a moderne costruzioni, sempre però nel rispetto del territorio. Contadini e donne di casa già ritornano nei campi per sbrigare il loro lavoro quotidiano, unico mezzo di sostentamento, prima che il buio invernale prenda il sopravvento. Quante belle emozioni, estemporanei tranquilli momenti che, anche se non ho vissuto realmente, mi hanno fatto immedesimare in un'età in cui ognuno, con rischi e vantaggi, segnava il proprio divenire. Ma il viaggio ancora non è finito. Preferisco non usare la mia macchina, desidero, almeno per un giorno, andare a piedi, godermi i profumi e i colori di questa fine d'autunno. Rimango veramente estasiato da questi ambienti quasi fuori dal

Anteprima della Tesi di Attilio Aristone

Anteprima della tesi: Un giornale per emigranti: ''La Voce di Fossacesia'', Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Attilio Aristone Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2832 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.