Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le partecipazioni a ''controllo congiunto'': il caso delle joint ventures

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Da una lettura delle norme contenenti riferimenti alla nozione di �controllo� (e principalmente da una lettura dell�art. 2359 cod. civ.), immediata � la conclusione. Il tratto qualificante per eccellenza sembra essere la possibilit�, per l�impresa che si assume controllante, di esercitare un�influenza dominante 10 sull�attivit� e sulle decisioni dell�impresa che si assume controllata. Ma come capire se esiste influenza dominante? � sufficiente un�influenza dominante potenziale? O deve essere effettiva? Per rispondere a questi quesiti ci pu� essere d�aiuto l�individuazione delle tipologie di controllo contenute nel testo del art. 2359 del codice civile. 10 Dubbio � se si possa parlare alternativamente di influenza dominante o determinante. Dell�idea che i due termini siano alternativi sembra l�art.. 7 della l. n. 287/90 quando precisa che �ai fini del presente titolo si ha controllo nei casi contemplati dall�art. 2359 del codice civile ed inoltre in presenza di diritti, contratti o altri rapporti giuridici che conferiscono, da soli o congiuntamente, e tenuto conto delle circostanze di fatto e di diritto, la possibilit� di esercitare un�influenza determinante sull�impresa [�]�. Il termine determinante sarebbe dunque utilizzato senza una precisa finalit� Per un�analisi delle diverse posizioni cfr. M. LAMANDINI, Il �controllo�. Nozioni e �tipo� nella legislazione economica, Milano 1995. In particolare, favorevoli ad una distinzione fra influenza dominante e influenza determinante, DONATIVI V., I confini del �controllo congiunto�, in Giurisprudenza Commerciale, Milano 1996; GHEZZI F., Le nozioni di concentrazione e di impresa comune negli orientamenti della Commissione CEE, in Rivista delle societ�, Miilano 1995; vedi anche infra, par. 5.3., par. 5.4., Cap. I, dove sar� presa in esame la possibilit� che i due termini siano utilizzati con significati diversi.

Anteprima della Tesi di Fausto Parisi

Anteprima della tesi: Le partecipazioni a ''controllo congiunto'': il caso delle joint ventures, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Fausto Parisi Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5011 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.