Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Missione Rosetta: caratterizzazione scientifica della Wide Angle Camera e studio fisico di corpi minori del Sistema Solare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 INTRODUZIONE della chioma cometaria. Per realizzare tale obiettivoe necessario che la capacita di con-trasto della camera sia migliore di 104 per sorgenti poste all'interno del campo di vista, emigliore di 109 per sorgenti poste esternamente al campo di vista ed incidenti con angolodi 45o rispetto al centro del campo. Questi requisiti molto stringenti hanno reso necessario ideare un disegno ottico innovativo per la WAC, ottimizzato per il rilevamento di sorgentideboli e per la soppressione della luce di usa (stray light) generata dentro e fuori il campodi vista.Personalmente ho lavorato al sistema di baing della camera, il sistema dedicato appuntoall'abbattimento della luce spuria all'interno della camera. Tale lavoro ha visto una pri-ma attivita dedicata alle simulazioni al calcolatore sulle prestazioni del sistema di baingtramite il software di ray-tracing Opticad, simulazioni che hanno permesso di veri care la validita del progetto e la capacita della camera di soddisfare ampiamente i requisitirichiesti. In secondo luogo ho lavorato ad una completa caratterizzazione spettrale e goniofotome-trica di alcuni campioni di materiali impiegati all'interno della WAC, al ne di veri carne le proprieta ottiche. Si richiede infatti che i materiali impiegati nel sistema di baing ab-biano un elevato valore di assorbivita della luce (almeno pari al 95%) e proprieta ottichedi ondenti con scarsa componente speculare. Le misure hanno permesso di veri care chetutti i materiali impiegati nella camera soddisfano le speci che richieste.Dopo la realizzazione della camera, ho partecipato all'attivita di calibrazione scienti casvolta al Max Planck Institut Fur Aeronomie (MPAE), Lindau, Germania. Le calibra-zioni sono state e ettuate in piccola parte sul modello di quali ca (QM) della WAC, esoprattutto sul modello di volo (FM). Durante tale attivita si sono messi in evidenza al-cuni problemi che avrebbero in parte compromesso le prestazioni della camera, problemiche sono stati tempestivamente risolti con degli interventi mirati. La con gurazione divolo della WACe stata inserita all'interno di una camera a vuoto per complete veri chedi funzionalita globali e di ogni sottosistema. Si sono quindi acquisite tutte le misureottiche, geometriche, radiometriche e spettrali necessarie per una completa calibrazionedella camera.Parallelamente al lavoro sopra esposto, mi sono occupata dello studio di corpi minoridel Sistema Solare, in collaborazione con l'Observatoire de Paris-Meudon presso cui si esvolta l'attivita in cotutela. Il lavoro di osservazione, riduzione ed analisi dati di corpi minori del Sistema Solare e

Anteprima della Tesi di Sonia Fornasier

Anteprima della tesi: Missione Rosetta: caratterizzazione scientifica della Wide Angle Camera e studio fisico di corpi minori del Sistema Solare, Pagina 2

Tesi di Dottorato

Dipartimento: CISAS-Centro di Scienze e Tecnologie Spaziali

Autore: Sonia Fornasier Contatta »

Composta da 251 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1047 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.