Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Variabilità e differenziazione genetica nella specie antartica Gomphiocephalus hodgsoni (Hexapoda, Collembola, Hypogastruridae)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 rendere gli ecosistemi terrestri antartici estremamente inospitali. Un altro fattore non meno importante, che limita la colonizzazione di questi ambienti, � legato all'elevata concentrazione cationica in superficie che tossifica il suolo, dovuto ad un orizzonte permanentemente ghiacciato (ice-cemented layer) che impedisce agli ioni l'accesso agli strati di terreno pi� profondi. Alle alte latitudini, dunque, gli ambienti terrestri sono aridi, freddi e con bassa produttivit� primaria e biodiversit� (Vincent, 1997; Virginia & Wall, 1999; Beyer et al., 2000). In questi habitats, l�influenza di fattori abiotici � considerata cos� importante che le interazioni ecologiche quali competizione o predazione possono essere facilmente trascurate (Block, 1994). Durante le effimere estati antartiche, si possono raggiungere temperature anche sopra lo zero, ci� comporta una parziale deglaciazione soprattutto delle regioni costiere. Tuttavia, solo il 2% dell'intera superficie risulta libero dai ghiacci anche se tale percentuale corrisponde a circa 300000 km 2 . Si tratta di zone che presentano affioramenti rocciosi, localmente coperti da ciottoli e ghiaie, prodotti dall'erosione eolica e glaciale, e dalle eruzioni vulcaniche (Fig. 3). In queste condizioni si originano piccole riserve di acqua liquida e microhabitats adeguati affinch� flora e fauna microscopica possano svilupparsi promuovendo opportuni adattamenti fisiologici e anatomici. Cos�, organismi quali muschi, licheni, alghe, batteri, funghi, protozoi, rotiferi nematodi e microartropodi edafici (collemboli e acari in particolare) sono in grado di colonizzare questi suoli "inaccessibili". Occorre comunque precisare che, per la disponibilit� di cibo e per la protezione dall'essiccamento, � la presenza delle crittogame a fornire l'habitat favorevole per il conseguente sviluppo della microfauna animale. Studi svolti in Antartide, a Cape Bird nell�isola di Ross, evidenziano la stretta correlazione tra presenza di microartropodi e contenuto di clorofilla-a del suolo, mentre non c�� relazione tra presenza di comunit� di

Anteprima della Tesi di Lorenzo Cateni

Anteprima della tesi: Variabilità e differenziazione genetica nella specie antartica Gomphiocephalus hodgsoni (Hexapoda, Collembola, Hypogastruridae), Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Lorenzo Cateni Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2384 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.