Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Variabilità e differenziazione genetica nella specie antartica Gomphiocephalus hodgsoni (Hexapoda, Collembola, Hypogastruridae)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Una prima superficiale osservazione morfologica mette in evidenza la variegata tipologia della pigmentazione cuticolare. Si passa infatti da una totale depigmentazione a colorazioni bruno-giallastre fino ad arrivare ad alcune specie amazzoniche, come Paralobella orousseti, che presentano appariscenti bande gialle o rosse (Cassagnau & Deharveng, 1984). Il livello di pigmentazione pu� essere legato a latitudine ed altitudine: la proporzione delle specie a pigmentazione scura cresce procedendo verso le regioni polari, o salendo in alta montagna. La pigmentazione corporea � importante non solo per conferire capacit� mimetica, ma anche per accumulare calore e per proteggere il corpo dai raggi ultravioletti (Zinkler & Wilking, 1989), in particolar modo in quegli ambienti eccessivamente esposti agli UV. A tale proposito � bene ricordare come il continente Antartico faccia parte di questo tipo di ambienti, anche a causa della ricorrente formazione del buco nella fascia di ozono che negli ultimi decenni ha contribuito all'aggravarsi dell'effetto radiante dei raggi solari. Il corpo e le appendici sono tipicamente forniti di una serie di organi sensoriali: le antenne posseggono sensilli chemiorecettori e tutti i collemboli, tranne i Gulgastrurinae (Lee & Thibaud, 1987), hanno un complesso sensoriale posto in corrispondenza del terzo segmento antennale che consiste di due o pi� sensilli protetti da setole di guardia. Un carattere tipico di molte specie di collemboli � l'organo postantennale (PAO) localizzato in posizione posteriore alla base di ciascuna antenna (Dallai, 1971; Altner & Thies, 1984). Il PAO � assente in alcune famiglie dell'ordine, come gli Entomobryidae, ma non � ancora ben chiaro quale sia il significato funzionale di questo organo. Forse la sua funzione � chemiosensoriale o termosensoriale (Altner & Thies, 1976) e molti ritengono che sia omologo all'organo di Tomosvary dei miriapodi. Le antenne sono costituite da 4 antennomeri, provvisti

Anteprima della Tesi di Lorenzo Cateni

Anteprima della tesi: Variabilità e differenziazione genetica nella specie antartica Gomphiocephalus hodgsoni (Hexapoda, Collembola, Hypogastruridae), Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Lorenzo Cateni Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2384 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.