Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Miti, utopie e realtà della rivoluzione corsa (1729-1769)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

FABRIZIO DAL PASSO, Miti, Utopie e realtà della rivoluzione corsa PREMESSA CITRAN, GLADIEU, GAUTHIER, LOPUE, GHISONI, Le bicentenaire et ces îles que l’on dit françaises, Bastia 1989. Utili anche gli studi di AUDIBERT P., Raccourci des histoires parallèles de la Corse et de la Sardaigne, Les Presses Universelles, Avignon 1972; COURTILLIERE H., La Corse et l'opinion publique au XVIII siècle, «Bulletin de la Société des Sciences historiques et naturelles de la Corse», 1978, 4° trimestre; DA PASSANO P., Histoire de l'annexion de la Corse, prefazione di François Léotard, Horvath, Le Coteau Roanne 1990; DEDECK-HERY E., J.-J. Rousseau et le projet de constitution pour la Corse, pourparlers de J.-J. Rousseau avec ses correspondants corses et des répercussions de ces pourparlers dans le monde des Lettres, Philadelphia 1932; EMMANUELLI P., Recherches sur la Terra di Comune. Documents sur les aspects de la vie administrative privée et économique des unités communautaires en Corse aux XVI, XVII et XVIII siècles, thèse de droit, Aix-en-Provence 1958; FONTANA M., la constitution du généralat de Pascal Paoli en Corse (1755-1769) Thèse de doctorat en Droit, Paris 1907; GAI J.B., La tragique aventure des Corses, SPERAR, Paris 1967; GARELLI P., Les institutions démocratiques de la Corse jusqu’à la conquête française (tesi di dottorato in diritto), Paris 1905; GIL J., La Corse entre liberté et terreur, La Différence, Paris 1991; GREGORY D., The ungovernable rock: a history of the Anglo Corsican kingdom and its role in Britain’s Mediterranean strategy during the revolutionary war, 1793-1797, Farleigh Dickinson University press, Cambridge 1985; PALMER. R. R., The Age of Democratic Revolution, Princeton, Londra 1959; PAOLI J.M., Les Paoli et les tentatives d'indépendance de la Corse au Siècle des lumières, in “Histoire et Sociétés”, n°57, mai-juin 1995; POMPONI F., Essai sur les notables ruraux en Corse, Aix-en-Provence 1961. 22 Cfr. VENTURI F., Settecento Riformatore, vol. V*, La rivoluzione di Corsica. le grandi carestie degli anni sessanta. La Lombardia delle riforme, Einaudi, Torino 1987, ed inoltre: Pasquale Paoli e la rivoluzione di Corsica, in “Rivista storica italiana”, anno LXXXVI, fascicolo I, marzo 1974; Id., Il dibattito francese e britannico sulla rivoluzione di Corsica, in “Rivista storica italiana”, anno LXXXVI, fascicolo IV, dicembre 1974; Id., Il dibattito in Italia sulla rivoluzione di Corsica, in “Rivista storica italiana”, anno LXXXVIII, fascicolo I, 1976. Ed ancora: CASANOVA A. Révolution féodale, pensée paysanne et caractères originaux de l’histoire sociale de la Corse, in “Études corses”, n. 15, 1980; DRESSLER-HOLOHAN Wanda, Commune, communauté et nationalisme en Corse, in “Peuples Méditerranéens”, Mars 1982, n°18, pp. 163-178. 23 Il progetto più spettacolare dei francesi, subito dopo la conquista dell’isola, è senza dubbio il Plan Terrier, notificato con un editto dell’aprile 1770 “per l’organizzazione delle terre di dominio del Re e per la creazione di una camera dei domini in Corsica”. L’obiettivo era duplice: “stabilire l’ordine nelle proprietà, realizzare una descrizione dettagliata e circostanziata del paese”. Il risultato è un Catasto veramente ammirevole, compilato tra il 1773 e completato nel 1795, diviso in 17 volumi di commentario e 37 rotoli di mappe disegnate in maniera sorprendente, in grado di “fotografare” perfettamente la Corsica di quegli anni. Questo Piano era la gloria dei geometri francesi, che lo avevano tracciato tra enormi difficoltà, tra cui la resistenza dei proprietari, giustamente inquieti per la clausola che precisava come “tutto ciò che si trovava senza legittimo proprietario apparteneva di diritto al Re”. Per una presentazione di insieme del Plan Terrier, cfr. ALBITRECCIA A., Le Plan terrier de la Corse au XVIII siècle, Paris, 1942, 278 p. Per l’analisi dei dati forniti dal Plan, consulta le fonti conservate in Serie C, Plan terrier de La Corse, volume I, Description générale et détaillée de l'île, état présent, article troisième (p. 31 e seguenti) a Parigi, Arch. Nat. - Microfiches Plan Terrier. 24 Vedi LETTERON, Histoire de la Corse comprenant la description de cette île d'après A. Giustiniani, les Chroniques de Giov. della Grossa et de Monteggiani remaniées par Ceccaldi, la Chronique de Ceccaldi et la Chronique de Filippini, trad. française, “B.S.S.H.N.C.”, 1888-1889, 3 voll. Per la Cronaca di Simeon de BOUCHBERG, vedi la sezione “Fonti archivistiche”.

Anteprima della Tesi di Fabrizio Dal Passo

Anteprima della tesi: Miti, utopie e realtà della rivoluzione corsa (1729-1769), Pagina 12

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Storia moderna e contemporanea

Autore: Fabrizio Dal Passo Contatta »

Composta da 440 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4597 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.