Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione delle aziende: una rassegna dei principali criteri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione **** • La razionalità. Ogni valutazione deve essere il risultato di un processo logico chiaro, convincente e largamente condivisibile. • La dimostrabilità. I fattori che sono inseriti nella formula valutativa devono essere supportati da dati verificabili. • La neutralità. Il processo di stima non deve contenere, nei limiti del possibile, arbitrarietà e soggettività immotivate, nonché ogni tipo di decisione non disinteressata, che andrebbero ad influenzare i risultati in modo ingiustificato. • La stabilità. Le oscillazioni di valore, legate a situazioni contingenti o a variazioni di prospettive dettate più da opinioni che da modifiche oggettive degli scenari, devono essere contenute al minimo. I vari procedimenti, cui si ricorre nella pratica, soddisfano in modo anche molto differente le suddette caratteristiche. Pertanto, può ritenersi opportuno utilizzarne più di uno congiuntamente.

Anteprima della Tesi di Damiano Santarato

Anteprima della tesi: La valutazione delle aziende: una rassegna dei principali criteri, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Damiano Santarato Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8086 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 40 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.